spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terza dose, vaccinazione al via per ultraottantenni, le modalità di accesso nell’Asl Toscana sud est

    Si potrà fare dai medici di medicina generale, in farmacia o nei centri vaccinali. Tutte le informazioni utili

    SIENA – Entra nel vivo la campagna di vaccinazione diffusa con la terza dose anche per la popolazione ultraottantenne.

    Nei primi giorni sono stati 159, dato aggiornato a questa mattina, gli over 80 in tutta l’Asl Toscana sud est che hanno ricevuto la somministrazione solo in base alla fascia d’età: 45 in provincia di Siena, 88 ad Arezzo, 25 a Grosseto, 2 extra Asl.

    Inoltre sono circa mille, in totale, le persone con oltre 80 anni che hanno ricevuto la nuova dose di vaccino perché inserite nella categoria fragili o perché ospiti di Residenze sanitarie assistite.

    L’opportunità di vaccinarsi con la dose booster è offerta a tutti coloro che hanno compiuto 80 anni – e hanno completato il primo ciclo da almeno sei mesi – con varie modalità.

    Il proprio medico di medicina generale, come nella prima fase quando è stata raggiunta una copertura quasi totale di questa fascia d’età, le farmacie che hanno fornito la propria disponibilità a effettuare il servizio (https://www.regione.toscana.it/-/vaccinazione-anti-covid-19-in-farmacia), i centri vaccinali dell’Asl Toscana sud est, tramite prenotazione sul portale regionale (https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home) o accesso libero.

    “È importante che proprio la parte più a rischio della popolazione sia messa nelle migliori condizioni per cogliere questa opportunità” spiega Antonio D’Urso, direttore generale dell’Asl Toscana sud est.

    “Mentre procediamo con ogni sforzo per offrire la possibilità di vaccinarsi a tutti coloro che non lo hanno ancora fatto – rimarca – la dose booster o terza dose ci consente di aumentare la copertura per tutte quelle persone che si sono vaccinate ormai molti mesi fa”.

    “Partiamo ancora una volta dalla preziosa collaborazione con i medici di medicina generale – conclude – decisiva nella prima fase per raggiungere praticamente la totalità delle persone più anziane, cui si aggiungono le farmacie che hanno dato la propria disponibilità e ovviamente i nostri abituali centri”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...