spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Usa il Green Pass di un altro alla stazione di Poggibonsi: scoperto e denunciato dai carabinieri

    Denunciato per svariati reati, fra i quali: “sostituzione di persona”, “false generalità” e “posizione irregolare nel territorio italiano”

    POGGIBONSI – E’ accaduto alla stazione ferroviaria di Poggibonsi, la scorsa mattina.

    Qui, un equipaggio dell’aliquota radiomobile della Compagnia carabinieri di Poggibonsi, impegnato fra le altre cose nella verifica del rispetto delle norme anti contagio da Covid-19 a tutela dei cittadini, ha effettuato dei controlli ai viaggiatori scesi dal treno proveniente dalla provincia fiorentina.

    Individuato un giovane straniero, questi con disinvoltura ha attivato il suo cellulare mostrando la foto di un green pass, risultato perfettamente valido, tentando di allontanarsi facendo intendere di avere una certa premura.

    I militari però hanno voluto riscontrare il nominativo osservato sullo smartphone con un documento.

    E così, per il giovane marocchino, sono nati i problemi. Si è infatti scoperto che lo stesso, privo di documenti, una volta sottoposto ai rilievi foto-segnaletici non era la persona che diceva di essere. Ed era anche totalmente irregolare sul territorio dello Stato italiano.

    Per questo motivo è stato denunciato per svariati reati, fra i quali: “sostituzione di persona”, “false generalità” e “posizione irregolare nel territorio italiano”.

    Inoltre gli è stata comminata la sanzione amministrativa di 400 euro per non aver rispettato l’obbligo del green pass sui trasporti pubblici regionali.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...