spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccinazione Covid-19 straordinaria e senza prenotazione a San Salvi mercoledì 28 giugno

    Open day (dalle 14.30 alle 18) per facilitare l'accesso anche a chi deve andare in vacanza

    FIRENZE –  Un Open day per la somministrazione del vaccino contro il virus Sars-Cov2 è stato organizzato dal dipartimento di prevenzione per mercoledì prossimo 28 giugno a San Salvi (edificio 29) con orario dalle 14.30 alle 18.

    La “giornata aperta” si aggiunge alle sedute vaccinali settimanali ordinarie che già vengono svolte in tutti i territori dell’Azienda USL Toscana centro.

    I cittadini potranno recarsi direttamente nella sede fiorentina per la somministrazione senza doversi prenotare.

    “L’intento organizzativo è quello di facilitare l’accesso alla vaccinazione per chi ha compiuto i 12 anni di età e l’invito è rivolto anche a chi, per esempio, deve andare in vacanza in questo periodo per tornare a casa in sicurezza” dice il dottor Giorgio Garofalo, direttore dell’Area aziendale di igiene pubblica.

    “I vaccini a disposizione – ricorda – sono il Comirnaty aggiornato (mRNA) ed il vaccino VidPrevtyn Beta (base proteica). Entrambi attivi contro le varianti attualmente in circolazione”.

    La vaccinazione contro il Coronavurs ha già coperto un’ampissima percentuale della popolazione residente nei territori dell’Azienda (Empoli, Firenze, Prato e Pistoia).

    Si ricorda che per prenotare la vaccinazione è sempre attivo il portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home  e le info su https://www.uslcentro.toscana.it/index.php/aggiornamenti-covid.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...