spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccinazioni anti Covid-19: tutti i numeri per età e per zone in provincia di Siena

    Il dg dell'Ausl TSE D'Urso: "Buoni i dati su Siena, al di sopra della media regionale, ma il lavoro continua. Sette senesi su dieci hanno già ricevuto almeno una dose"

    SIENA – “I risultati della campagna vaccinale nella provincia di Siena sono particolarmente buoni anche per quanto riguarda la popolazione residente, oltre che numero assoluto di somministrazioni”.

    A dirlo è il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso.

    “In totale – dice D’Urso – hanno già ricevuto almeno una dose sette senesi su dieci con oltre sedici anni. La copertura degli ultraottantenni è praticamente totale, così come quella delle persone tra 70 e 79 anni”.

    “In generale – prosegue – per tutte le fasce d’età e in ognuna delle tre zone distretto in cui è divisa la provincia, la copertura media è superiore a quella regionale”.

    “Risultati – riprende D’Urso – che sono frutto dell’impegno e della capacità della struttura aziendale, di tutti gli operatori sanitari e amministrativi impegnati in prima linea con il sostegno delle associazioni di volontariato”.

    “Ma l’impegno deve continuare su tutti i fronti – rilancia – oggi riaprirà il portale regionale per le prenotazioni, con la novità della fascia d’età 12-15 anni”.

    E, promette, “i centri continueranno a lavorare a pieno ritmo tutta l’estate per arrivare a settembre con il raggiungimento della massima diffusione delle somministrazioni”.

    “Accanto a tutto ciò – conclude D’Urso – è necessario continuare a rispettare quelle norme di sicurezza che svolgono un ruolo fondamentale nella limitazione della diffusione del virus”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...