spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccini in spiaggia, con Castiglione della Pescaia superata quota 1.000

    E la Regione Toscana duplica i mezzi. Da Ferragosto un secondo camper prosegue sulla costa maremmana

    FIRENZE – E con oggi si è superato quota 1.000. Tanti sono stati i vaccini somministrati in sei giorni sul camper di GiovaniSìVaccinano in spiaggia.

    Successo anche a Castiglione della Pescaia dove alle 14 era già esaurita la scorta dei 150 vaccini in dotazione al camper e si è dovuto provvedere velocemente a incrementarla con altri 50.

    Una conferma della grande risposta che il progetto ha ricevuto anche a Castiglione, come in tutti i comuni dove finora si è svolto.

    Al camper oggi era presente il sindaco Giancarlo Farnetani, insieme a lui, il direttore della protezione Civile e Difesa del Suolo della Regione Toscana Giovanni Massini e Fabrizio Boldrini direttore zonale dell’Asl Sud est.

    Giovane perlopiù il pubblico degli utenti che in sei giorni è stato vaccinato: per l’80% era sotto i 50 anni e per il 33% sotto i 16.

    Il successo è stato tale da spingere a duplicare i mezzi. La Regione Toscana, inseme all’Asl Sud est e alla Società della Salute, sta attrezzando un secondo camper che già da Ferragosto partirà da Castiglione della Pescaia per proseguire le vaccinazioni sulla costa maremmana (il programma sarà comunicato nei prossimi giorni dall’Asl) mentre il primo camper della Regione continuerà il suo viaggio.

    “Superare quota 1000 vaccinazioni in sei giorni è il risultato più eloquente della bontà di questo progetto – ha detto il presidente Eugenio Giani – L’obiettivo adesso della prossima settimana è fare ben più di 1.000 vaccini”.

    “Come anche ci ha indicato il generale Figliuolo – ha proseguito – spingiamo sulla vaccinazione dei più giovani e per questo abbiamo pensato che il progetto camper fosse lo strumento più idoneo per avvicinarli. I risultati ci stanno dando ragione”.

    “La risposta dei giovani e non solo alla proposta di vaccinarsi nel camper è stata davvero forte. E’ bello vedere che sono così tante le persone che hanno consapevolezza dell’importanza di vaccinarsi e che si uniscono volontariamente allo sforzo che tutta la comunità sta mettendo in atto” commenta il direttore sanitario della Asl Toscana sud est, Simona Dei.

    “Per questo – riprende – abbiamo deciso di continuare organizzando un tour vaccinale anche nelle località interne della provincia grossetana, quelle maggiormente isolate e più distanti dalle sedi vaccinali”.

    “Così – ribadisce -vogliamo andare incontro ai giovani e a tutti i cittadini che desiderano farsi il vaccino, dando loro la possibilità di farlo subito e nel posto dove si trovano al momento che sia la propria residenza o una meta di vacanza. In alcune zone non abbiamo ancora raggiunto una buona percentuale di copertura che deve invece aumentare, è necessario che entro la fine dell’estate si arrivi a una condizione di immunizzazione tale da consentirci di riacquisire quella libertà di vivere senza limitazioni, finora necessariamente”.

    “E su questo – conclude Dei – è importante puntare in particolare sui giovani che si muovono di più, viaggiano, si ritrovano per festeggiare l’estate e soprattutto hanno il diritto di rientrare a scuola in modo sicuro. Vi aspettiamo il 15 agosto”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...