spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    VacciniAMOci, sindaci protagonisti della campagna social Anci Toscana

    Vedrà anche i sindaci del nostro territorio protagonisti di un brevissimo video per invitare i cittadini a vaccinarsi

    FIRENZE – Si chiama VacciniAMOci la campagna social di Anci Toscana che vedrà i sindaci protagonisti un brevissimo video per invitare i cittadini a vaccinarsi.

    L’idea è nata nell’ultimo Direttivo dell’Associazione ed è stata subito condivisa da tutti i partecipanti.

    “Mai come ora è importante che la campagna vaccinale prosegua speditamente” spiega il presidente Anci Toscana e sindaco di Prato Matteo Biffoni.

    “Siamo un un momento difficile e delicato nella lotta alla pandemia – prosegue – i comportamenti individuali sono più che mai decisivi”.

    “In Toscana manca circa un milione di vaccinati – dice ancora Biffoni – per arrivare ad una soglia che possa definirsi di sicurezza e scongiurare nuove restrizioni”.

    “Tutti noi sindaci toscani – rimarca – che conosciamo bene la tragedia del Covid-19, non possiamo che fare nostre le parole del presidente Mattarella: il nemico è il virus e vaccinarsi è un dovere civico e morale”.

    “E per questo – conclude – abbiamo deciso di dare anche un nostro contributo diretto ad una battaglia, che del resto ognuno di noi combatte ogni giorno con il lavoro quotidiano nelle nostre comunità”.

    I video dei sindaci saranno visibili da lunedì su tutti i social media di Anci Toscana: Facebook, Twitter e Instagram. Da ieri è on line l’anteprima con il presidente Biffoni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...