spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccino AstraZeneca, Medici Firenze: “Serve comunicazione univoca da parte delle Autorità”

    "La questione è delicata. A questo punto siano le Autorità competenti, il Comitato Tecnico Scientifico in primis, a pronunciarsi in via definitiva sulla riorganizzazione delle somministrazioni"

    FIRENZE –  “Sulla somministrazione del vaccino AstraZeneca ci sono troppe indicazioni contraddittorie che non fanno che creare disorientamento nella popolazione”.

    E’ il commento di Pietro Dattolo, presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Firenze. 

    Che prosegue così: “La questione è delicata e auspichiamo che a questo punto siano le Autorità competenti, il Comitato Tecnico Scientifico in primis, a pronunciarsi in via definitiva sulla riorganizzazione delle somministrazioni, con una comunicazione univoca”

    “Tutti i vaccini ad oggi approvati dall’EMA e dall’AIFA – precisa Dattolo – sono sicuri ed efficaci”.

    “Tuttavia – rimarca – i pur rarissimi casi di gravi reazioni avverse soprattutto nelle giovani donne consigliano la somministrazione di AstraZeneca agli over 60 e quindi ci vuole una presa di posizione netta ed inequivocabile da parte delle autorità regolatorie in tal senso. Come avviene negli altri Paesi europei”.

    “Questa situazione fatta di messaggi contraddittori rischia di avere conseguenze gravi in termini di copertura vaccinale – continua Dattolo – La somministrazione ai giovani dei vaccini è essenziale per accelerare il processo che porta all’immunità di collettività entro l’estate”.

    “Serve proteggere coloro – aggiunge ancora – che, per stile di vita e abitudini, sono forse fra i più esposti al pericolo del contagio”.

    “E’ importante anzi proprio in questo momento – conclude Dattolo – nel quale la disponibilità di vaccini non manca, e al Mandela Forum sembra stia diminuendo il flusso delle persone per le somministrazioni, fare un appello alla popolazione perché non si rallenti il processo di vaccinazione e ai medici di famiglia perché possano spiegare e chiarire i dubbi delle persone e invitare alla vaccinazione “.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...