lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    “hAPPyMamma” e percorso nascita: il progetto si arricchisce di nuovi servizi online

    Uno strumento innovativo per promuovere la salute della mamma e del bambino, con l’obiettivo di offrire indicazioni georeferenziate sui servizi consultoriali e ospedalieri, relativi al percorso nascita

    FIRENZE – Implementare il percorso nascita regionale attraverso modalità digitali integrate, aggiornare il sistema “hAPPyMamma” e integrare l’offerta di corsi di accompagnamento alla nascita online.

    Sono questi gli obiettivi principali del progetto, approvato dalla giunta e proposto nell’ambito della convenzione tra Regione e Scuola Sant’Anna di Pisa a integrazione del Piano di attività del Laboratorio Management e Sanità (MeS) 2020.

    La delibera, proposta dall’assessore al diritto alla salute, Stefania Saccardi, assegna, inoltre, 100 mila euro per la realizzazione del progetto, le cui attività sono coordinate dal MeS del “Sant’Anna”.

    “Il progetto prevede interventi evolutivi del sistema “hAPPyMamma”, uno strumento innovativo per promuovere la salute della mamma e del bambino, che abbiamo attivato il primo marzo 2019, con l’obiettivo di offrire indicazioni georeferenziate sui servizi consultoriali e ospedalieri, relativi al percorso nascita” spiega Saccardi.

    “Le donne che scoprono di essere in stato interessante – riprende l’assessore – hanno a disposizione uno strumento digitale, che le accompagna dalla gravidanza fino a tutto il primo anno di vita del bambino, fornendo indicazioni e informazioni per facilitare l’accesso e la fruizione dei servizi offerti dal nostro servizio sanitario”.

    “L’obiettivo – evidenzia – è quello di migliorare l’utilizzo di questo applicativo da parte delle utenti e degli operatori, offrendo una risposta integrata e omogenea, sul territorio toscano, alle problematiche emerse in seguito alla sospensione dei corsi di accompagnamento alla nascita e ad altre attività di gruppo, relative al percorso nascita (incontri post parto, spazio allattamento) a causa dell’emergenza sanitaria, dovuta al Covid”.

    “Durante la pandemia – conclude Saccardi – i servizi consultoriali e ospedalieri hanno provato anche soluzioni online, che con questo strumento vogliamo rendere omogenee a livello regionale”.

    haAPPyMamma

    Dopo una fase sperimentale nell’Asl Nord Ovest, “hAPPyMamma” è stata estesa a tutto il territorio regionale.

    L’applicazione mobile, disponibile nella versione Android e iOS, scaricabile gratuitamente e utilizzabile anche online come web app, presenta contenuti in più lingue e semplifica la modalità di fruizione di servizi come la prenotazione delle prestazioni previste dal protocollo della gravidanza fisiologica.

    “hAPPyMamma” fornisce anche il libretto della gravidanza in formato digitale (ha raggiunto le 22 mila unità), integrato con il calendario dell’applicazione, che mostra le scadenze del percorso nascita e ricorda gli appuntamenti grazie al promemoria.

    Inoltre, con il ritiro del libretto gravidanza nei consultori, vengono attivate funzionalità personalizzate a cui si può accedere tramite Spid o tessera sanitaria attivata (agenda personalizzata con visite/esami della gravidanza, calendario vaccinale, informazioni personali sulla gravidanza con monitoraggio del peso, il libretto gravidanza digitale).

    Il nuovo progetto prevede di costruire uno o più spazi virtuali, vale a dire corsi online per ciascuno dei diversi livelli organizzativi, con una serie di funzioni, attività e strumenti interattivi.

    Inoltre, la prospettiva di lungo termine è la massima integrazione del sistema “hAPPyMamma” con i flussi informativi regionali relativi all’area materno-infantile, e la progressiva integrazione con il Fascicolo sanitario elettronico, per arrivare a una gestione (sempre integrata) dei dati della gestante e poi del nascituro, nelle varie fasi del percorso nascita, sviluppando soprattutto la dimensione dell’assistenza del neonato.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino