spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Maggio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Aiuti umanitari donati dalla Toscana in partenza per l’Ucraina

    Sono 45 gli europallets che, grazie alle donazioni delle associazioni, saranno inviati dalla protezione civile regionale nelle zone del conflitto

    FIRENZE – Generi alimentari, materiale per l’igiene personale, farmaci e prodotti per neonati: sono alcuni dei generi di prima necessità che partiranno dalla Toscana per l’Ucraina.

    Sono 45 gli europallets che, grazie alle donazioni delle associazioni, saranno inviati dalla protezione civile regionale nelle zone del conflitto.

    Questo ulteriore carico è stato organizzato, dopo la partenza da Prato del treno di aiuti umanitari del 9 aprile scorso, dal Dipartimento di Protezione civile e dall’Ambasciata Ucraina in Italia insieme al Comune di Verona con cui la Proptezione civile regionale ha instaurato una proficua collaborazione. 

    Tutti gli aiuti umanitari raccolti sarebbero dovuti partire da Verona verso l’Ucraina tramite trasporto ferrato ma, dopo la recente distruzione di alcune linee ferroviarie ucraine, il treno partirà da Norimberga e, fino alla città tedesca, sarà trasportato su gomma. 

    “Sono molto orgogliosa della sinergia che si è creata tra noi, il Dipartimento, l’ambasciata Ucraina e il Comune di Verona – commenta l’assessora alla Protezione civile Monia Monni  – siamo uniti da uno scopo importante: aiutare chi adesso si trova sotto le bombe, a difendersi e salvarsi come può”.

    Continua l’assessora: “Voglio ringraziare una ad una le associazioni che hanno contribuito a riempire i 45 pallet e che li trasporteranno dal nostro magazzino regionale de La Chiusa fino a Verona”.

    “Tutte le associazioni – riprende – i volontari e gli operatori della Protezione civile regionale stanno facendo un grandissimo lavoro dallo scoppio della guerra: si sono attivati per accogliere e supportare chi fugge, hanno organizzato raccolte di materiale e raccolte fondi. Grazie davvero ad ognuno di voi”.

    Nel dettaglio, sono stati inviati generi alimentari a lunga conservazione, materiale per l’igiene e la cura personale, alimenti per animali d’affezione, sanitari e prodotti per neonati e bambini, farmaci da banco.    

    Le associazioni che hanno donato sono: Federazione regionale delle Misericordie della Toscana; Misericordia di Poggibonsi; CRI Toscana; VAB Toscana. Si sono invece occupate del trasporto, la Città metropolitana di Firenze, l’Associazione nazionale autieri d’Italia, la Federazone misericordie della Toscana, l’Ordine di Malta raggruppamento Toscana.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...