spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Alia Servizi Ambientali: “Revoca deleghe ai dirigenti coinvolti nell’inchiesta e nuove nomine”

    Sequestrate aree destinate a ingombranti, carta e cartone: "Ci scusiamo per possibili rallentamenti o disservizi con gli utenti. Ci siamo subito attivati per soluzioni alternative"

    FIRENZE – “Alia Servizi Ambientali SpA conferma di aver dato tempestivamente seguito alle misure cautelari interdittive a carico di dirigenti apicali della società, disposte dalla Procura di Firenze, nell’ambito di una inchiesta avviata nel 2016 per l’accertamento di presunti reati ambientali”.

    In una nota ufficiale l’azienda che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti, commente la vicenda giudiziaria che è esplosa nei giorni scorsi.

    E lo fa comunicando, allo stesso tempo, che “ribadendo il massimo  rispetto per il lavoro dell’autorità giudiziaria e la totale collaborazione al lavoro degli inquirenti, in questa fase l’azienda si asterrà rigorosamente da qualsiasi commento o valutazione sugli elementi oggetto di indagine largamente ripresi dai mezzi di informazione”.

    Ufficializza “la revoca di tutte le deleghe e le procure ai dirigenti coinvolti, procedendo secondo quanto previsto dal “Piano di continuità operativa in emergenza” approvato nel marzo 2021,  ruoli e responsabilità sono state riassegnate all’interno dell’organigramma aziendale”.

    “Relativamente alla notifica del sequestro preventivo di alcune aree destinate a determinate tipologie di rifiuti – si legge ancora – ovvero RAEE,(rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche),  ingombranti, carta e cartone, la società, scusandosi sin d’ora con l’utenza per i possibili rallentamenti o disservizi, si è prontamente attivata nel ricercare soluzioni alternative e misure straordinarie compatibili con le prescrizioni della magistratura”.

    Il nuovo vertice di Alia Servizi Ambientali Spa, insediatosi nel dicembre 2020, “è oggi ancor di più fortemente impegnato nel rafforzamento degli obiettivi di sviluppo dell’azienda – si conclude – nel segno della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare ed assicurerà ogni sforzo per garantire la continuità operativa dei servizi alla cittadinanza, nel pieno rispetto degli obblighi contrattuali”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

     

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua