spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Codice giallo per ghiaccio dalla mezzanotte fino alle 11 del 29 gennaio

    Nelle ultime ore rovesci anche nel Chianti fiorentino hanno allargato l'allerta anche al nostro territorio

    FIRENZE –  Nelle ultime ore si sono verificati rovesci sparsi, associati a grandinate e acqua mista a neve, anche sulle zone interne della regione fino a quote basse, in particolare nelle province di Firenze e Pistoia.

     

    Se questo non provoca disagi nell'immediato, al calare della temperatura e al raggiungimento dello zero sarà possibile la formazione di ghiaccio con evidenti ricadute sulla circolazione.

    Nelle prossime ore saranno ancora possibili, infatti, occasionali rovesci sparsi sulle zone interne, anche se in esaurimento.

     

    Dato il calo delle temperature, si prevede per la sera e per la notte – oltre che sulle aree già segnalate nel bollettino di criticità emesso in mattinata – la formazione locale di ghiaccio anche nelle aree del Serchio (Garfagnana e lucchesia), nel Fiorentino, nel Valdarno inferiore, della Valdelsa e Valdera e del Bisenzio e Ombrone pistoiese, tutte interessate dalle precipitazioni.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...