spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    App Emergenza e Urgenza: in Asl Toscana Centro la digitalizzazione sui mezzi di soccorso

    Permette l'interazione, in tempo reale, fra gli operatori a bordo dei mezzi di soccorso e gli operatori e il medico di Centrale Operativa e lo specialista DEA

    FIRENZE – La ASL Toscana Centro, con il supporto del Dipartimento Tecnologie Informatiche di ESTAR (Ente di Supporto tecnico-amministrativo regionale) fa un ulteriore importante passo verso la digitalizzazione dei servizi con il lancio dell’App unica Emergenza e Urgenza.

    In un contesto di emergenza urgenza sanitaria che guarda al futuro, l’App unica Emergenza e Urgenza permette l’interazione, in tempo reale, fra gli operatori a bordo dei mezzi di soccorso e gli operatori e il medico di Centrale Operativa e lo specialista DEA.

    Il sistema è costituito da due componenti, che permettono il costante collegamento dei mezzi sul territorio con le Centrali Operative del 112.

    “Si tratta di un tassello importante per la digitalizzazione dei processi sanitari. Un’innovazione fondamentale perché permette l’abbattimento del rischio clinico e garantisce la certezza dei dati nell’ambito dell’emergenza-urgenza”, ha dichiarato il direttore generale di Estar, la dottoressa Monica Piovi.

    “Il sistema di gestione dei soccorsi nella nostra Azienda Sanitaria diventa ancora più avanzato: mentre i mezzi viaggeranno avverranno già le comunicazioni dei dati tra gli operatori con l’importante scambio delle informazioni cliniche del paziente in quanto – ha evidenziato il direttore generale Paolo Morello Marchese – la piattaforma web messa a disposizione da Estar oltre a trasmettere i parametri vitali al medico della Centrale Operativa è in grado di inviare le immagini da parte di strumenti elettromedicali (come ad esempio ecografie, videolaringoscopie, elettrocardiogrammi), nonché la comunicazione diretta tramite strumenti di messaggistica istantanea, videoconferenza e altri elementi utili per la refertazione”.

    In pratica è stata messa a disposizione dell’Azienda Sanitaria, una App Mobile attraverso la quale gli equipaggi effettuano la compilazione degli stati operativi dei mezzi, nonché la redazione della scheda sanitaria del paziente firmata digitalmente dall’operatore.

    “Si tratta di un vero e proprio salto in avanti per i nostri soccorsi – aggiunge Simone Magazzini, direttore del dipartimento emergenza e area critica- e siamo orgogliosi di essere i primi in Italia ad utilizzare le opportunità offerte dai servizi digitali nella gestione dei soccorsi con sicuri vantaggi per i pazienti e ringraziamo Estar per averci messo a disposizione tale innovativo sistema”.

    Spiega il dottor Piero Paolini, direttore area emergenza territoriale: “Si tratta dell’evoluzione del sistema che è stato adottato a Pistoia fin dal 2009 e che viene potenziato con nuove tecnologie ed esteso, progressivamente a tutti i sistemi della nostra Azienda. Ad oggi è già operativo sul bacino di utenza della Centrale Operativa Pistoia Empoli, ma a breve lo sarà anche su Firenze Prato e coinvolgerà tutti i mezzi sanitari e quelli delle associazioni di volontariato per un totale di 450 applicazioni”.

    Per Estar grazie al sistema sarà garantita velocità di intervento, gestione delle informazioni in tempo reale e possibilità di un consulto immediato con medici e specialisti. “L’APP unica è un ulteriore punto di forza nella ricerca dell’eccellenza dei servizi offerti ai cittadini del nostro territorio”.

    Il progetto è già operativo in parte del territorio della ASLTC e vedrà nelle prossime settimane il dispiegamento su tutti i mezzi operanti nel territorio.

    Nulla cambia per i cittadini i quali per richiedere anche l’intervento del Soccorso Sanitario devono chiamare il Numero Unico per l’Emergenza NUE 112 vedi il link https://www.regione.toscana.it/-/112-numero-unico-europeo-per-le-emergenze.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...