spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Asl Toscana Centro: “Buona la risposta ai centri vaccinali per la prevenzione all’influenza e al Covid-19”

    In un mese 11mila vaccinati. La co-somministrazione dei vaccini anti Covid 19 e antinfluenzale è stata scelta dal 76% degli utenti

    FIRENZE – Il 2 ottobre ha avuto inizio la campagna di vaccinazioni contro il Covid-19 e l’influenza stagionale presso i Centri vaccinali della Azienda Usl Toscana Centro.

    Come da raccomandazioni del Ministero della Salute, a coloro che si prenotavano sul portale della Regione Toscana “Prenota vaccino” per effettuare la vaccinazione anti – Covid 19 è stata data la possibilità di co-somministrare nella stessa seduta anche il vaccino anti – influenzale.

    In questa fase della campagna, è stata data priorità agli ultrasessantenni, ai soggetti fragili ed agli operatori sanitari e socio-sanitari, alle donne in gravidanza ed ai familiari e conviventi di soggetti fragili.

    I Centri vaccinali coinvolti nella campagna sono quelli di San Salvi e Lungarno Santa Rosa a Firenze, il Ceppo di Pistoia e quelli di Prato e Empoli.

    “I primi dati dopo un mese di attività – fa sapere il dottor Giorgio Garofalo, direttore Area Igiene Pubblica e Nutrizione – mostrano una buona risposta della popolazione, con l’esaurimento dei posti nelle sedute vaccinali nel giro di pochi giorni dalla apertura delle prenotazioni.

    “Complessivamente – elenca – sono state eseguite quasi 11.000 vaccinazioni (6.162 anti – Covid e 4.710 anti – influenzali), di cui il 65% al Centro vaccinale del Servizio di Igiene Pubblica e della Nutrizione di San Salvi”.

    La co-somministrazione dei vaccini anti Covid 19 e antinfluenzale è stata scelta dal 76% degli utenti, rappresentando l’opzione vaccinale preferita rispetto alla sola somministrazione di vaccino anti – Covid 19.

    La maggior parte dei soggetti vaccinati, come atteso, è ultrasessantenne, soprattutto di 60-69 anni (37%) e 70-79 anni (33,7%).

    Una quota non trascurabile di utenti, tuttavia, pari al 17%, ha età più giovane e si sono vaccinati in quanto soggetti a maggiore rischio di complicanze delle malattie o a contatto con persone fragili, dimostrando sensibilità alla pratica vaccinale.

    I Centri vaccinali rimarranno aperti anche per tutto il mese di Novembre e dicembre; è possibile prenotarsi a questo link.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...