spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Asl Toscana Sud Est: la dottoressa Gentiana Haka ci spiega come proteggere gli occhi nei mesi estivi

    Spiacevoli inconvenienti possono essere provocati da raggi UV, salsedine, vento, sabbia e acqua delle piscine. Una raccomandazione importate: "Non fate il bagno con le lenti a contatto"

    SIENA – Il sole è un importante fattore di benesse del nostro organismo, ma anche la fonte principale di raggi UV.

    L’eccessiva esposizione a queste radiazioni è dannosa per la salute dei nostri occhi e può provocare anche danni irreversibili.

    Le conseguenze della sensibilità al danno da UV sono molte: la cheratocongiuntivite attinica, la congiuntivite allergica, lo pterigio, la pinguecola, il carcinoma squamoso della congiuntiva, la cataratta, la degenerazione del corpo vitreo e la temibile maculopatia  da fotostimolazione  e fotossidazione.

    I raggi UV non sono l’unico pericolo per la vista durante il periodo estivo, altri elementi a rischio sono la sabbia,  il vento, la salsedine e l’acqua delle piscine  spesso causa di congiuntiviti infettive.

    “I soggetti più a rischio sono i nuotatori con le lenti a contatto che contraggono, sia al mare ma sopratutto in piscina, cheratiti infettivi batteriche, fungine o da protoozo – spiega l’oculista dell’Asl Toscana sud est dottoressa Gentiana Haka – La cheratite da acanthamoeba (protozoo) è  la forma più grave e pericolosa sia per la difficile diagnosi precoce sia per la resistenza al trattamento farmacologico”. 

    “È  importante – conclude la dottoressa Haka – adottare alcuni accorgimenti nel periodo estivo per prevenire le malattie legate all’occhio”.

    Ecco l’elenco.

    – Curare l’igiene delle mani ed evitare il contatto delle stesse con gli occhi.

    – Adottare sistemi protettivi contro gli agenti irritanti (occhiali da sole, utilizzo di lubrificanti artificiali per detergere e lubrificare).

    – Evitare l’utilizzo delle lenti a contatto principalmente durante il nuoto (utile la sostituzione con maschere o occhialini graduati).

    – Evitare di esporsi al sole nelle ore centrali della giornata.

    – Indossare un cappello con visiera  e utilizzare occhiali da sole dotati di filtri a norma di legge per prottegere gli occhi dai raggi UV anche con il cielo nuvoloso perché  i raggi UV filtrano comunque e rispetto al sole diretto hanno un irradiamento più disomogeneo e fastidioso.

    – Mai guardare direttamente il sole.

    – Mantenere un’adeguata idratazione e mangiare tanta frutta e verdura che aiutano a rigernerare le nostre riserve di vitamine e sali minerali in quanto aiutano a combattere i radicali liberi che possono daneggaire le diverse strutture oculari  sopratutto della retina. Aiutano inoltre a tenere il nostro vitreo ben idratato per evitare i noiosi corpi mobili che si vedono spesso sopratutto durante una bella giornata con il cielo azzurro, in linguaggio medico si chiamano miodesopsie.

    – Utilizzare i lubrificanti artificiali (collirio ) per il benessere della superficie oculare”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...