spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Asma, il 7 maggio al Meyer visita e spirometria gratuite per i bambini dai 6 anni

    Per facilitare l'organizzazione delle visite (i posti sono limitati) e ridurre al minimo le attese è necessario inviare una e-mail di prenotazione

    FIRENZE – Il 7 maggio è la Giornata mondiale dell’asma: la Broncopneumologia dell’AOU MEYER IRCCS, come appartenente alla Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili (SIMRI), ha scelto di partecipare attivamente all’evento.

    In questa occasione sarà offerta gratuitamente una breve visita e una spirometria ai bambini a partire dai 6 anni di età, non noti al servizio e fino a esaurimento posti e lo staff del Meyer sarà a disposizione per dare un primo inquadramento sulla salute respiratoria del bambino/a.

    A fine valutazione sarà rilasciato un piccolo gadget.

    La spirometria è un esame semplice e assolutamente indolore: al bambino viene chiesto di inspirare – cioè di riempire profondamente i polmoni d’aria – per poi espirare con forza per svuotarli del tutto.

    Ad aiutarlo, oltre al personale del Meyer, una simpatica applicazione che gli consente di vedere su schermo alcune animazioni che si muovono “a tempo” con il suo respiro.

    Questo esame è importante per valutare la funzionalità polmonare ed intercettare precocemente malattie respiratorie, come appunto l’asma bronchiale.

    Per facilitare l’organizzazione delle visite (i posti sono limitati) e ridurre al minimo le attese è necessario inviare una e-mail a: worldasthmaday2024@gmail.com con oggetto “Giornata Mondiale dell’Asma per SIMRI” indicando nel testo: nome, cognome, data di nascita del bambino/a di cui si richiede la valutazione e contatto cellulare.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...