spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Avvisi pubblici per partecipare all’affidamento del servizio di accoglienza in favore di stranieri

    Per i richiedenti protezione internazionale e gestione dei servizi connessi presso strutture ubicate nel territorio della Città Metropolitana di Firenze

    FIRENZE – La Prefettura di Firenze ha pubblicato sul proprio sito web – alla sezione amministrazione trasparente- bandi di gara e contratti – tre avvisi pubblici, volti al reperimento di adesioni da parte degli operatori economici per la partecipazione alle procedure negoziate, ex art 63 comma 2 lett. a del D. Lgs 50/2016, per l’affidamento del servizio di accoglienza in favore di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale e gestione dei servizi connessi presso strutture ubicate nel territorio della Città Metropolitana di Firenze.

    Il nuovo schema di capitolato individua prestazioni e basi d’asta diverse a seconda della dimensione e della tipologia delle strutture destinate all’ospitalità, che vengono distinte in tre gruppi.

    • Centri costituiti da singole unità abitative con capacità ricettiva fino ad un massimo di 50 posti complessivi;
    • Centri collettivi con capienza fino a 50 posti;
    • Centri collettivi con capienza compresa tra 51 e 300 posti.

    Il fabbisogno complessivo è di 1.400 posti.

    I testi degli avvisi ed i relativi allegati sono disponibili al link:
    http://www.prefettura.it/firenze/news/Bandi_di_gara_e_contratti-158881.htm.

    Le manifestazioni d’interesse dovranno pervenire entro e non oltre le ore 14 del giorno 20 settembre 2020.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...