spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Caldo, Psicologi toscani: “Queste ondate hanno conseguenze anche sulla psiche. Rallentate i ritmi”

    La presidente dell'Ordine Gulino: "Per le persone più fragili l'aumento delle temperature è un momento delicato. Ma anche gli altri devono fare attenzione"

    FIRENZE – “Le ondate di calore come quella che stiamo vivendo hanno anche conseguenze psicologiche sulle persone. Non dobbiamo avere paura di dirlo e soprattutto di provare a porre rimedio”.

    Così Maria Antonietta Gulino, presidente dell’Ordine degli psicologi della Toscana, racconta l’altro lato dell’emergenza caldo.

    “L’aumento delle temperature – dice Gulino – produce un aumento di tensioni e irritabilità. Oltre agli opportuni consigli dei medici come ad esempio bere acqua e non uscire nelle ore più calde, il suggerimento che vogliamo dare come psicologi è rallentare i ritmi”.

    “Se noi non lo facciamo e opponiamo resistenza – specifica – è come se andassimo controcorrente rispetto a quello che il clima e il nostro corpo ci suggeriscono”.

    “Bisogna avere più momenti di pausa e riposo – suggerisce – in particolare per le persone fragili a livello psicologico questo è un momento molto delicato”.

    Il consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi ha pubblicato uno studio della rivista “The Conversation”: all’interno si sottolinea che l’aumento di solo 1-2 gradi di temperatura porterebbe a un aumento del 3-5% delle aggressioni.

    Le temperature di questi giorni, con punte anche di 40 gradi, possono quindi far crescere i rischi.

    “Con le alte temperature – continua la presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana – possiamo perdere più facilmente la pazienza, diventare più intolleranti alle nostre routine quotidiane e ci possono essere conseguenze dal punto di vista del benessere psicologico”.

    “E’ necessario allora fare molta attenzione – ribadisce – Può crescere l’ansia, possono crescere disturbi pregressi. La riduzione o perdita di tolleranza può sfociare in rabbia e atteggiamenti aggressivi”.

    “Per tutti questi motivi – conclude – è bene non ingaggiare una battaglia tra corpo e mente, concedersi pause durante la giornata e recuperare energie nei fine settimana”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...