spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Carabinieri forestali, una convenzione per rafforzare i controlli in Toscana

    Per il triennio 2022-2024 il settore regionale agricoltura e foreste destinerà in totale 600mila euro (200mila all’anno) all’Arma dei carabinieri

    FIRENZE – La giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessora all’agricoltura Stefania Saccardi, ha approvato lo schema di convenzione triennale (2022-2024) col Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste  per l’impiego su tutto il territorio toscano delle unità dei carabinieri forestali, nell’ambito delle materie di competenza regionale.

    Per il triennio 2022-2024 il settore regionale agricoltura e foreste destinerà in totale 600mila euro (200mila all’anno) all’Arma dei carabinieri.

    Che si occuperanno di aumentare i controlli, oltre a quelli che eseguono istituzionalmente, sull’attività di prevenzione e previsione degli incendi boschivi a supporto dell’antincendi boschivi regionale.

    Nella produzione e commercializzazione di materiali forestali di moltiplicazione per il rimboschimento; nei controlli delle utilizzazioni boschive e sui tagli boschivi.

    E ancora, nell’attività faunistico venatoria, nella pesca dilettantistica e la pesca in mare.  

    In particolare, i carabinieri forestali sull’attività antincendio, sorvegliano le zone a rischio incendi boschivi e fanno prevenzione rispetto ai comportamenti pericolosi.

    Inviano un proprio incaricato sulla scena delle operazioni di spegnimento per condurre le attività investigative necessarie; attuano uno scambio di informazioni reciproco e si raccordano con la sala antincendi boschivi regionale.

    Aumentano i controlli e le attività soprattutto nei periodi ritenuti a rischio.

    “Si tratta – ha commentato la vicepresidente Saccardi – del rinnovo della convenzione relativa al triennio 2022-2024 grazie alla quale i carabinieri forestali garantiscono il presidio del territorio con le attività di prevenzione degli incendi boschivi e di tutela e monitoraggio dell’ambiente”.

    “Una convenzione utile – ha concluso – che va nella direzione della maggiore attenzione che la Regione vuole dedicare a certi settori che sono già validamente presidiati ma ai quali, grazie a questo contributo prezioso, possiamo fornire ulteriori controlli e vigilanza e  valorizzare anche di più il nostro patrimonio boschivo”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...