spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Careggi: ventenne si spaccia per medico e molesta una paziente in ospedale

    Di nazionalità romena, è stato arrestato dagli agenti delle volanti della Questura di Firenze: la ricostruzione di quanto avvenuto

    FIRENZE – Nella notte fra sabato e domenica, con l’accusa di violenza sessuale, la polizia di Stato ha arrestato un cittadino di origini romene di 20 anni.

    Secondo quanto ricostruito dagli agenti delle volanti della Questura di Firenze, intorno all’ una di notte, il giovane si sarebbe introdotto abusivamente all’interno dell’ospedale di Careggi, dove avrebbe molestato una donna ricoverata con la scusa di doverla visitare.

    L’uomo, dopo essersi presentato come medico, avrebbe cominciato ad accarezzare la gamba della donna, impossibilitata ad alzarsi dal letto, salendo dal piede verso il bacino.

    La vittima, sorpresa nel sonno, non ha impiegato molto tempo per capire la situazione.

    E ha subito lanciato un urlo che ha richiamato l’attenzione degli infermieri e di una guardia giurata, che hanno dato immediatamente l’allarme al 112.

    La polizia è subito intervenuta e il giovane romeno è finito in manette.

    Sentite alcune testimonianze sarebbe emerso che l’arrestato, pochi istanti prima di introdursi di soppiatto nella camera della vittima, avrebbe aggredito anche un’infermiera in uno stanzino afferrandola per un polso.

    Quest’ultima era comunque riuscita a divincolarsi e a dare un primo allarme.

    Alle grida della degente il 20enne è stato infatti immediatamente bloccato dagli infermieri e dalla guardia giurata.

    L’arrestato è stato accompagnato al carcere di Sollicciano.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...