spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Caro energia e materie prime, in Toscana la Regione apre un tavolo con le associazioni di categoria

    Il presidentde Giani: "Valuteremo periodicamente lo stato del costo di energia e materie prime, per assumere le azioni ed i provvedimenti più opportuni"

    FIRENZE – Aperto dalla Regione Toscana un tavolo su caro energia e materie prime insieme alle associazioni di categoria.

    Ad annunciarlo il presidente Eugenio Giani, che sottolinea “la necessità di promuovere azioni condivise per arginare al massimo i disagi sopportati in questo momento dal sistema economico e sociale”.

    La prima riunione è in programma il prossimo 21 ottobre.

    “La situazione delicata che si trovano ad affrontare le imprese – aggiunge Giani – in molti casi costrette a rallentare o chiudere l’attività a causa di bollette triplicate o quadruplicate, così come i disagi che stanno sperimentando molte famiglie per lo stesso motivo, impongono l’adozione di azioni comuni e concertate”.

    “Per questo motivo – prosegue – ho deciso insieme alle associazioni di categoria di aprire un tavolo che servirà per valutare periodicamente lo stato del costo di energia e materie prime e assumere le azioni ed i provvedimenti più opportuni. Al tavolo siederanno anche soggetti tecnici”.

    Il tavolo servirà anche per creare un fronte comune, eventualmente coinvolgendo anche altre Regioni, nei confronti del Governo.

    “Come avviene in altri Paesi – prosegue il presidente – anche l’Italia deve farsi concretamente carico di questo momento complicato, stanziando risorse straordinarie, non credo si possa attendere oltre”.

    “Da parte nostra – esemplifica – abbiamo già messo sul piatto risorse importanti per dare un aiuto a tante associazioni sportive dilettantistiche; stiamo lavorando ad altri provvedimenti analoghi per alleviare i disagi di altri settori”.

    “Inoltre – conclude Giani – stiamo accelerando sul versante della transizione energetica in modo da ridurre importazione e consumo di combustibili fossili e favorire nuovi modelli di produzione energetica a partire dalle rinnovabili e dallo sviluppo delle comunità energetiche”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua