spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Centro regionale di cardiologia e cardiochirurgia pediatrica: insediato il comitato operativo

    Un altro passo importante per Ospedale Meyer e Fondazione Monasterio dopo lo storico protocollo d'intesa

    FIRENZE – Entra sempre più nel vivo il progetto del Centro interaziendale a valenza regionale di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica, che vede Ospedale Pediatrico Meyer e Ospedale del Cuore di Fondazione Monasterio a fianco e al servizio dei più piccoli con patologie cardiopolmonari e cardiologiche congenite.

    Si è ufficialmente insediato ieri mattina il Comitato Operativo, al quale è stato affidato il compito di definire il piano operativo del Centro, sulla base del piano strategico approvato la scorsa estate.

    L’obiettivo dei medici incaricati sarà quello di garantire ai bambini con problemi cardiovascolari il percorso assistenziale migliore, dall’età fetale fino a quella adulta, utilizzando tutte le competenze presenti nella rete pediatrica regionale.

    Nello specifico, significherà promuovere la creazione e l’adozione di nuovi modelli di cura, concentrando la casistica a maggiore complessità e garantendo la prossimità di servizi e di prestazioni, grazie – anche – al potenziamento dei sistemi di Teleconsulto e Telemedicina, che da tempo costituisce un collaudato ponte operativo tra le due realtà.

    Inoltre, strumentazioni all’avanguardia per l’imaging e l’alta competenza degli operatori coinvolti, saranno due – fra gli altri – elementi che permetteranno al Centro di giocare un ruolo decisivo nella prevenzione secondaria, che comporteranno una diagnosi non invasiva ed un più accurato follow-up delle patologie cardiopolmonari congenite ed acquisite.

    Il team sarà costituito da sei esperti. A coordinare il lavoro saranno il cardiochirurgo Vitali Pak, della Fondazione Monasterio, le cardiologhe Silvia Favilli e Francesca Raimondi del Meyer, la cardiologa Nadia Assanta della Fondazione Monasterio, Paolo Del Sarto anestesista della Monasterio e Zaccaria Ricci, anestesista del Meyer.

    I medici saranno supportati dalla dottoressa Monica Baroni della Monasterio e dalla dottoressa Francesca Menegazzo del Meyer.

    “Con la costituzione di questo gruppo di lavoro interaziendale – spiega Alberto Zanobini, direttore generale del Meyer – diamo corpo a un progetto che migliorerà ulteriormente l’assistenza dei bambini e degli adolescenti con problematiche cardiologiche”.

    “La creazione del Centro di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica – assicura – porterà a una collaborazione strettissima degli specialisti del Meyer e della Fondazione Monasterio con una discussione settimanale dei casi, la condivisione di linee guida e procedure e la creazione di un unico percorso nell’interesse dei piccoli pazienti e delle loro famiglie”.

    “Passiamo il testimone alla squadra che rappresenterà Meyer e Monasterio – afferma Marco Torre, direttore generale della Fondazione Monasterio – adesso tocca a loro preparare il lavoro del Centro per i prossimi anni. Sono felice di quanto fatto fino ad oggi, ed ancora più entusiasta di poter accompagnare ogni grande passo di questa unione nata per il cuore dei più piccoli”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...