spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cinque milioni per ventotto progetti per rilanciare il turismo in Toscana 

    Serviranno a finanziare eventi e manifestazioni che possano rendere più attrattive le destinazioni, anche migliorandone la capacità di accoglienza

    FIRENZE – Arriva il bando per ampliare l’offerta turistica in Toscana: cinque milioni a disposizione, messi dalla Regione, e un progetto per ognuno dei ventotto ambiti in cui la regione è organizzata.

    Annunciato un mese fa, sarà pubblicato la prossima settimana: il 13 aprile.

    L’annuncio è stato dato nel corso dell’incontro  organizzato da Regione, Anci Toscana e Toscana promozione turistica oggi al Palazzo dei Congressi di Firenze per programmare la promozione della stagione turistica in corso. 

    I cinque milioni serviranno a finanziare eventi e manifestazioni che possano rendere più attrattive le destinazioni, anche migliorandone la capacità di accoglienza: il tutto coordinando magari ancor meglio le politiche dei territori con le strategie regionali portate avanti dall’agenzia Toscana promozione turistica.

    Le risorse saranno distribuite in parte in quota fissa e in parte tenuto conto delle presenze turistiche registrate sul territorio nel 2019 (prima dunque della pandemia).

    Della quota fissa, 53 mila euro potranno però essere goduti solo se alla parte già finanziata dalla Regione sarà aggiunto almeno un 30 per cento a carico dei Comuni.

    A conti fatti, con confinanziamenti tra 29 mila e 54 mila euro a seconda dei territori, vuol dire un contributo regionale per ogni progetto da 151 a 233 mila euro.  

    Le azioni potranno riguardare sia la promozione ed informazione turistica sia l’ospitalità e l’animazione.

    Il sostegno della Regione aiuterà a far conoscere in modo diffuso tutta la Toscana. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...