spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In Toscana crescita ancora stabile: 2.794 tamponi, 224 i nuovi positivi

    19 i nuovi decessi, 274 le persone in terapia intensiva, 1.327 in tutto i ricoverati

    FIRENZE – La Toscana conferma, per il terzo giorno consecutivo, un trend di crescita stabile a fronte di un numero di tamponi consistente. In attesa, speriamo tutti, di iniziare a vedere scendere il numero dei casi (e dei decessi).

     

    Sono 224 (l'8,01% dei tamponi analizzati) i nuovi casi positivi al Coronavirus registrati in Toscana a ventiquattro ore dal precedente bollettino (ieri furono 254 l'8,23% rispetto ai tamponi fatti), analizzati nei laboratori toscani; e 19 i nuovi decessi (ieri furono 16).

     

    Salgono dunque a 3.450 i contagiati dall’inizio dell’emergenza: 27 sono finora le guarigioni virali (i cosiddetti "negativizzati"), 76 le guarigioni cliniche e 177 i decessi.

     

    I casi attualmente positivi in cura rimangono dunque 3.170. Per quanto riguarda i ricoveri, ad oggi sono in totale 1.327 (+31 di ieri), di cui 274 in terapia intensiva (+ 15 di ieri).

     

    Solo nelle ultime 24 ore, sono stati fatti ben 2.794 tamponi, mantenendo un trend iniziato negli ultimi giorni: furono 3.084 ieri, 2.167 mercoledì.

     

    Questi i 19 decessi registrati in Toscana nelle ultime 24 ore, che vanno ad aggiungersi ai 158 registrati fino a ieri, per un totale di 177 decessi dall’inizio dell’epidemia.

     

    Con l’indicazione di sesso, età, comune di domicilio: M. 80, Pisa; M. 78, Fabbriche di Vergemoli; F. 89, Pontremoli; M. 93, Pontremoli; M. 85, Pontremoli; M. 71, Viareggio; F. 89, Viareggio; F. 78, Pietrasanta; M. 66, Pietrasanta; F. 80, Seravezza; F. 81, Vecchiano; F. 58, Viareggio; F. 89, Cortona; F. 91, Montevarchi; M. 81, Montemurlo (PO); F. 88, Larciano(PT); M. 89, Pistoia; M. 77, Pistoia; M. 91, Pistoia.

     

    Sono i numeri che fotografano la situazione toscana a venerdì 27 marzo, così come sono stati trasmessi dall’assessorato al diritto alla salute al Ministero della salute.

     

    "A causa di temporanei problemi tecnici del sistema informativo – spiega Regione Toscana – non è possibile fornire i dati suddivisi per provincia dei tamponi risultati positivi".

     

    Dal 1° febbraio ad oggi nei laboratori toscani sono stati effettuati in tutto 23.746  tamponi, su 20.181 persone (in alcuni casi sono stati effettuati più test per lo stesso paziente).

     

    Questo aumento si deve al fatto che il numero di laboratori impegnati nel processare i tamponi è stato intensificato. Attualmente i laboratori sono 12: ai tre laboratori di microbiologia e virologia delle tre aziende ospedaliero universitarie di Careggi, Pisa e Siena, in funzione dall’inizio di febbraio, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti infatti altri 9: Ispro (Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica), i laboratori di Arezzo e Grosseto (Asl sud est), Livorno, Lucca e Massa (Asl nord ovest), Prato (Asl centro), Meyer, più un laboratorio privato.

     

    Dal monitoraggio giornaliero sono invece 11.686 le persone in isolamento domiciliare in tutta la Toscana: 5.854 nella Asl centro, 4.544 nella Asl nord ovest, 1.288 nella Asl sud est.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...