spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fi-Pi-Li, dal 2 luglio stop ai lavori per 3 mesi. L’assessore regionale Baccelli: “Pausa doverosa”

    Si riapre nel tratto compreso fra lo svincolo di Montelupo e quello di Empoli est. Il cantiere, aperto il 23 marzo, chiude e smonta fino a tutto settembre compreso

    FIRENZE – Dal 2 luglio riapre la FiPiLi nel tratto compreso fra lo svincolo di Montelupo e quello di Empoli est.

    Il cantiere, aperto il 23 marzo, chiude e smonta per tre mesi. Da sabato 2 luglio, fino a tutto settembre compreso, i lavori vengono sospesi e se ne riparla ai primi di ottobre.

    “Lavori notturni e lunga pausa estiva erano per noi una priorità nell’impostazione del cantiere – ha detto l’assessore alle infrastrutture e alla mobilità Stefano Baccelli – Oggi finalmente siamo in dirittura d’arrivo”.

    “Da sabato 2 lugluo – ha annunciato – le carreggiate sia in direzione mare che in direzione Firenze saranno libere per permettere di reggere meglio il flusso di traffico estivo, che in estate, oltre al pendolarismo, deve sopportare gli spostamenti verso il mare in particolare nel fine settimana”.

    “Ripartiremo ai primi di ottobre – ha precisato – con la terza fase dei lavori già conclusa e possiamo ragionevolmente pensare che entro il 2022 la messa in sicurezza e l’adeguamento di questo tratto, saranno conclusi”.

    I lavori, lo ricordiamo, interessano complessivamente 3 chilometri di strada per un importo di circa 5 milioni di euro; riguardano il risanamento profondo della pavimentazione con successiva stesura di manto di usura drenante e fonoassorbente.

    La sostituzione di tutte le barriere di sicurezza spartitraffico e anche la sostituzione di parte delle barriere di ritenuta, anche in corrispondenza dei sottopassi di via di Botinaccio e via Maremmana; il rinnovamento delle barriere fonoassorbenti.

    Il rifacimento della rete di drenaggio delle acque di piattaforma per la corretta raccolta, convogliamento e smaltimento delle acque di pioggia; il rifacimento della segnaletica orizzontale e la posa di cavidotti per futuro alloggiamento di infrastrutture informatiche.

    Dai primi di ottobre il cantiere verrà riorganizzato nella zona 2 (a km. 20+280 a km. 22+180 per circa 1.900 metri)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...