spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prodotti senza glutine, come e dove abilitare la tessera sanitaria

    La nuova modalità telematica partirà dal primo giugno. I buoni cartacei sono validi fino al 31 maggio

    FIRENZE E TOSCANA – Basterà abilitare la propria tessera sanitaria e presentarla ogni qualvolta ci si reca nei supermercati della grande distribuzione organizzata, nelle farmacie, nelle parafarmacie e negli altri esercizi commerciali convenzionati sul territorio della Asl Toscana Centro, per procedere all’acquisto di prodotti senza glutine.

     

    La nuova modalità telematica per l’acquisto di prodotti alimentari specifici per celiaci annunciata dalla Regione Toscana – il progetto regionale di dematerializzazione del buono cartaceo a cui l’Azienda ha subito aderito – partirà dal 1° giugno ma chi vorrà attivare la propria tessera sanitaria, potrà farlo già da adesso.

     

    Per l'abilitazione è necessario recarsi nei punti accesso dedicati (servizio farmaceutico territoriale e integrativo) dell’Azienda Usl Toscana centro muniti di un documento di identità e della propria tessera sanitaria elettronica in corso di validità ed acquisire il cosiddetto “codice celiachia”, un codice numerico, con il quale si potrà procedere all’acquisto.

     

    In caso di primo accesso si dovrà portare anche la certificazione medica della patologia (9000 sono i cittadini nella Asl Toscana centro a cui è stata certificata la patologia del morbo celiaco). Chi si presenta come delegato dovrà essere munito di delega scritta accompagnata da fotocopia del documento di identità del delegante. Per i minori è necessaria la presenza di uno dei genitori.

     

     

    Quanto ai buoni cartacei già rilasciati, la validità è fino al 31 maggio. Quelli relativi ai mesi successivi non saranno più spendibili.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...