spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Salviamo i cinghiali”: flash mob a Firenze contro la legge regionale. Le foto

    FIRENZE – Maschere dal “volto” di cinghiale e tanti cartelli. Da “Agriturismi: la sveglia la danno gli spari”, a “Fungaioli, cacciati dai boschi e in pericolo”. Fino a “Remaschi/Rossi verrete ricordati per questo scempio”.

    Sono, appunto, solo alcuni dei cartelli “indossati” da coloro che hanno partecipato, nella mattinata di domenica 17 gennaio, al flash mob in piazza della Repubblica, a Firenze.

    Una iniziativa organizzata all’interno della campagna “Toscana Rosso Sangue”, che vuol sensibilizzare l’opinione pubblica sulla contrarietà alla legge regionale in corso di approvazione, che mira a ridurre drasticamente la presenza di ungulati (in particolare caprioli e cinghiali) nella nostra regione.

    Un tema che anche nel Chianti è molto dibattuto da tempo, in particolare per i due principali aspetti che riguardano la vita quotidiana delle persone: la questione dei danni all’agricoltura e quella della sicurezza stradale.

    Chi era in piazza della Repubblica sostiene che non è con l’abbattimento di decine di migliaia di capi che si risolverà la questione. E che invece, sui cinghiali, come si è letto su un altro cartello, sono state dette…”solo bugie”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...