spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Senza glutine, la distribuzione dei buoni per l’acquisto di prodotti fino al 19 gennaio

    Da luglio 2018 i buoni andranno in pensione, entra in vigore un nuovo sistema basato sulla tessera sanitaria

    FIRENZE – Anche per il 2018 la Regione Toscana garantisce ai celiaci l’acquisto gratuito dei prodotti alimentari senza glutine presso gli esercizi convenzionati (farmacie, parafarmacie, grande distribuzione e negozi alimentari dedicati).

     

    Con questa iniziativa l’assessorato alla salute, ormai da anni, cerca di andare incontro alle esigenze dei celiaci e di semplificare loro la vita.

    I buoni per l’acquisto di prodotti senza glutine, per i primi 6 mesi dell'anno 2018, sono in distribuzione per tutti gli aventi diritto presso le sedi USL Toscana centro della provincia di Firenze. Da luglio 2018 entrerà in vigore un nuovo sistema di erogazione di questi prodotti basato sulla tessera sanitaria, mandando in pensione i buoni cartacei.

     Gli assistiti potranno trovare i propri buoni nelle varie sedi dove è prevista la distribuzione. L’individuazione della propria sede di ritiro sarà facilmente identificabile conoscendo il codice di avviamento postale (CAP) della residenza:

     
    zona Sud Est
     
    Presidio Bagno a Ripoli
    cap 50012  
    Via D. Alighieri, 36 Bagno a Ripoli lunedi chiuso martedi 8,00-12,00 mercoledi chiuso giovedi 8,00-12,00 venerdi chiuso

    Presidio Pelago
    cap 50060 – 50065 – 50068
     Via Erice Bettini, 11 – Pelago lunedi 9,30-12,30 martedi 9,30-12,30 mercoledi 9,30-12,30 giovedi chiuso venerdi chiuso

    Presidio S. Casciano V. P.
    cap 50020 50021 50022 50023 50024 50025 50026
     Via del Cassero, 19/a S. Casciano V. P. lunedi 8-12 / 14-18 martedi 8,00-12,00 mercoledi 8,00-12,00 giovedi 8,00-12,00 venerdi 8,00-12,00 sabato 8,00-12,00

    Presidio Impruneta
    cap 50023
    Via P. Giovanni, XXIII, Impruneta lunedi chiuso martedi chiuso mercoledi 8,30-12,00 giovedi chiuso venerdi 8,30-12,00

    presidio Greve in Chianti
    cap 50022 50023 50024 50025 50026 50027
    Via della Pace, 1, Greve in Chianti lunedi 8,00-12,00 martedi 8,00-12,00 mercoledi 8,00-12,00
    giovedi 8,00-12,00 venerdi 8,00-12,00 sabato 8,00-12,00

    Figline Valdarno
    cap 50063  
    Ospedale Serristori lunedi 10,00 – 12,00 martedi chiuso mercoledi 10,00 – 12,00 giovedi chiuso
    venerdi 10,00 – 12,00

     
    Incisa Val d'Arno
    cap 50064
    Via Roma, 12/a Incisa V.A. lunedi chiuso martedi chiuso mercoledi 10,00 – 12,00 giovedi chiuso venerdi chiuso
     

    La distribuzione avverrà fino al 19 gennaio 2018 negli orari e nelle suddette sedi, mentre dal 22 gennaio la distribuzione continuerà soltanto nella sede di San Salvi (lunedì 10,30-12,30 martedì 10,30-12,30 mercoledì 10,30-12,30 giovedì 10,30-12,30 / 14,30-17,00 venerdì chiuso).

    I buoni potranno essere consegnati ai diretti interessati oppure a loro delegati; in questo caso chi ritira dovrà presentarsi munito di delega scritta, accompagnata da fotocopia del documento di identità del delegante. Per i minori è necessario uno dei genitori ai quali sarà fatta firmare dichiarazione di esercizio della patria potestà.
     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...