spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Palagi amplia l’offerta oculistica. Due nuovi ambulatori di retina chirurgica e della cornea

    Integrati con le sale chirurgiche per trattare tutte le patologie dell'occhio. Trapianti e interventi in urgenza

    ANTELLA (BAGNO A RIPOLI) – Cresce l’oculistica all’ospedale Palagi, sia in termini di attività clinica che chirurgica, fino a coprire in maniera integrata tutta la specialistica della patologia dell’occhio legata anche agli interventi di chirurgia retinica, del glaucoma e dei trapianti di cornea.

    Con l’arrivo nei mesi scorsi dall’Azienda ospedaliera di Careggi del dottor Francesco Barca, ora alla guida della struttura complessa oculistica del Palagi, sono stati attivati due nuovi ambulatori di retina chirurgica e della cornea, con prestazioni erogabili tramite Cup.

    L’ambulatorio di retina chirurgica è aperto due volte alla settimana, il giovedì mattina e il martedì pomeriggio.

    Contestualmente alla sua attivazione è stata implementata l’attività di sala per patologie vitreo-retiniche sia elettiva (chirurgia maculare, membrane epiretiniche maculari, pucker maculare, trazioni maculari, fori maculari) che in urgenza (distacchi di retina, emorragie retiniche ed oculari, complicanze da retinopatia diabetica).

    Nell’ambulatorio della cornea, aperto il giovedì mattina, vengono fatti confluire tutti i pazienti con alterazioni della superficie oculare (ad esempio l’occhio secco) e con patologie corneali chirurgiche e non chirurgiche.

    Qui vengono seguiti pazienti, per esempio, con patologie come le distrofie corneali, degenerazioni corneali e il cheratocono (malattia progressiva non infiammatoria della cornea, che si assottiglia e si deforma, assumendo una caratteristica forma conica), che si manifesta prevalentemente nei giovani, ma può colpire anche i bambini che nei casi più gravi, quando non è sufficiente ricorrere all’uso di lenti a contatto o non si arriva alla stabilizzazione tramite procedure di cross linking, richiede di sottoporsi a un trapianto di cornea.

    La struttura oculistica dell’ospedale è inserita nel dipartimento delle specialistiche chirurgiche diretto dal dottor Stefano Michelagnoli.

    Da tempo all’interno del Palagi, la struttura di oculistica porta avanti la sua vocazione clinica e chirurgica grazie a un team che con impegno svolge un’attività di continuo aggiornamento e avanzamento.

    I nuovi ambulatori integrano e implementano quanto già il Palagi offriva, posizionandolo tra i centri dell’Azienda che si distinguono per professionalità e competenza nel trattamento della patologia dell’occhio.

    Nei suoi ambulatori l’oculistica del Palagi segue anche i pazienti con glaucoma sia per il follow up che per interventi chirurgici con tecniche mininvasive.

    Per la chirurgia della cataratta e degli annessi palpebrali sono a disposizione ambulatori dedicati e le sale della chirurgia ambulatoriale complessa e semplice.

    Le sale operatorie al Palagi sono due, attive dal lunedì al venerdì, in alcuni giorni dedicate esclusivamente all’attività di Day Surgery.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...