spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Imprese toscane: fino a 2.500 euro ciascuna per dotarle della banda ultralarga

    Potranno richiedere un contributo per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s rivolgendosi agli operatori che si saranno accreditati sul portale dedicato all’incentivo

    FIRENZE – Ha preso il via il Piano voucher per le imprese, il programma che punta a favorire la connettività a internet ultraveloce e la digitalizzazione del sistema produttivo su tutto il territorio nazionale.

    “Anche per la Toscana e per la sua economia – spiega l’assessore regionale alla digitalizzazione, Stefano Ciuoffo – questa scelta rappresenta un’occasione da non perdere per accrescere la competitività del nostro sistema produttivo, uno sforzo che la Regione sta favorendo attraverso appositi finanziamenti tesi ad accrescere la rete della banda ultralarga in tutte le aree del suo vasto e articolato territorio”.

    “Scontiamo un divario digitale accumulato nel tempo – rimarca – ma abbiamo un programma per colmarlo nel più breve tempo possibile. Sono certo che i nostri imprenditori sapranno cogliere questa preziosa occasione. Da parte nostra continueremo ad assicurare il massimo dell’ascolto e del sostegno a chi intende percorrere la strada della modernizzazione e velocizzzione delle capacità produttive e commerciali”.

    Così le imprese potranno richiedere un contributo, da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro, per servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s rivolgendosi direttamente agli operatori di telecomunicazioni che si saranno accreditati sul portale dedicato all’incentivo, attivato da Infratel Italia che gestisce la misura per conto del Ministero dello sviluppo economico.

    “La competitività delle aziende si gioca sempre più sulla capacità di innovarsi – commenta l’assessore all’economia della Toscana, Leonardo Marras – La digitalizzazione è un modo di farlo, che senza però una una rete diffusa di banda ultralarga o la possibilità di accedervi non può esplicarsi. Si tratta dunque di interventi di microinnovazione importanti, che riguardano tutti: sia le piccole che le grandi aziende. Sostenerle diventa strategico per l’intero sistema economico regionale”.

    Per l’erogazione del voucher e l’attivazione dei servizi a banda ultralarga, i beneficiari dovranno utilizzare i consueti canali di vendita degli operatori.

    Le risorse destinate alla misura, volta alla digitalizzazione delle imprese, sono pari complessivamente a 608.238.104 euro per tutto il Paese e ad oltre 15,5 milioni di euro per le imprese toscane.

    Si tratta di un intervento che rientra nell’ambito della Strategia italiana per la banda ultralarga ed è anche tra le priorità indicate nel Pnrr.

    Il Piano Voucher per le imprese avrà durata fino a esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, fino al 15 dicembre 2022. La durata della misura potrà essere prorogata per un ulteriore anno.

    Per tutte le altre informazioni è possibile collegarsi a https://bandaultralarga.italia.it/scuole-voucher/voucher-imprese/

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...