spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Incendi: Versilia, Vecchiano e Certaldo in contenimento. Mezzi e squadre restano in azione

    Cento ettari è invece la stima della superficie coinvolta dal fuoco a Certaldo. Per un rogo che ha avuto riflessi in tutto il Chianti fiorentino

    FIRENZE – Sono in fase di contenimento i principali incendi sviluppatisi in Toscana negli ultimi giorni.

    Anche quello più grave, in Versilia, tra i Comuni di Massarosa e Camaiore, che ha coinvolto, secondo le ultime stime della Protezione civile regionale, circa 800 ettari di territorio.

    Cento ettari è invece la stima della superficie coinvolta dal fuoco a Certaldo, in provincia di Firenze, dove un incendio sta interessando l’area da ieri pomeriggio. A Vecchiano, nel pisano, l’area interessata dalle fiamme si attesta intorno ai 92 ettari.

    I mezzi regionali e le squadre antincendio sono ancora in azione. Di seguito gli ultimi aggiornamenti della Sala operativa.

    Massarosa-Camaiore (Lucca)

    La strategia per chiudere la parte ancora attiva dell’incendio, messa a punto nel briefing al termine della giornata di ieri dei tecnici dell’organizzazione regionale antincendi boschivi, prevede un lavoro con squadre e mezzi terrestri.

    Attualmente l’uso degli elicotteri resta limitato, a meno che non si verifichino cambiamenti delle condizioni del vento e si renda necessario intervenire su eventuali riprese delle fiamme all’interno del perimetro già bruciato.

    Nelle zone di maggior criticità la combustione al momento è praticamente priva di fiamme e per questo motivo il direttore delle operazioni di spegnimento e l’analista che lo supporta hanno deciso di lavorare nella giornata di oggi avvalendosi del sostegno dei mezzi movimento terra e delle squadre GAUF.

    Queste ultime (Gruppo addetti uso del fuoco) sono composte da operatori appositamente addestrati presso il Centro regionale La Pineta a Monticiano (Si) e specialisti nell’uso del fuoco. Nelle ultime ore si stanno attestando sul lato nord dell’area colpita dalle fiamme (linea Montigiano-Fibbialla) per metterla definitivamente in sicurezza.

    In questo momento sono presenti sul posto un elicottero per una breve ripresa e numerose squadre del volontariato AIB e di operai forestali delle Unioni dei comuni coordinati dal direttore delle operazioni dell’Unione della Versilia.

    Vecchiano (Pisa)

    L’incendio, che fino ad ora ha interessato 92 ettari, è in contenimento. Un elicottero regionale aiuta il lavoro delle squadre terrestri dell’organizzazione regionale antincendi boschivi.

    All’opera ci sono squadre dell’antincendio boschivo coordinate dal direttore delle operazioni di spegnimento della Regione Toscana.

     

    Certaldo (Firenze)

    Sulle fiamme sviluppatesi nella zona di Certaldo ieri pomeriggio, hanno operato numerose squadre e tre elicotteri della flotta regionale.

    Una prima stima della superficie percorsa dal fuoco è di 50 ettari di bosco e 50 di seminativi e terreni incolti.

    Anche questa mattina si è alzato in volo un elicottero per sganciare acqua sui punti critici da cui potrebbero ripartire le fiamme durante le ore più calde della giornata.

    Al lavoro squadre di volontari AIB coordinate dal direttore delle operazioni della Città metropolitana di Firenze.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...