spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nascite premature negli ospedali dell’Asl Toscana Centro: da inizio anno 329 i bambini nati pretermine

    42 al San Jacopo di Pistoia; 125 al Santo Stefano di Prato; 8 a Borgo San Lorenzo; 18 al Santa Maria Annunziata e 96 al San Giovanni di Dio nell'area fiorentina e 40 al San Giuseppe di Empoli

    FIRENZE – Dall’inizio dell’anno sono 329 i bambini venuti alla luce nei Punti Nascita dell’Azienda USL Toscana Centro prima aver aver raggiunto la 37esima settimana di età gestazionale.

    In occasione della “Giornata del Prematuro”, che si svolgerà il prossimo 17 novembre, l’Azienda Usl Tc aderisce insieme alla Fondazione Ami, all’Associazione Piccino Picciò, all’Associazione Cuore di Maglia ed agli operatori delle neonatologie organizzerà nei suoi ospedali degli  Open Day con il contributo degli operatori sanitari, ginecologi, infermieri, ostetriche e pediatri delle Neonatologie e delle Ostetricie. 

    A tale scopo in ogni presidio saranno proiettati  e commentati filmati esplicativi della presa in carico dei piccoli pazienti, sia dal punto di vista ostetrico che neonatologico, dal momento della nascita fino alla dimissione.

    L’obiettivo è richiamare l’attenzione sul tema delle nascite premature, sensibilizzando sulle problematiche dei piccoli nati e dei loro genitori durante il difficile percorso di sopravvivenza e di crescita che dovranno affrontare.

    Dal primo gennaio dei 329 bambini nati pretermine nei sei Punti Nascita aziendali risultano: 42 al San Jacopo di Pistoia; 125 al Santo Stefano di Prato; 8 a Borgo San Lorenzo; 18 al Santa Maria Annunziata e 96 al San Giovanni di Dio nell’area fiorentina e 40 al San Giuseppe di Empoli.

    Nel mondo 1 bambino su 10 nasce prematuro, mentre in Italia i neonati prematuri sono il 6,9% delle nascite, percentuale che ha visto un incremento negli ultimi due anni di emergenza  sanitaria.

    “Tale incremento – commenta il dottor Rino Agostiniani, direttore dell’Area aziendale di Pediatria e Neonatologia- è in relazione con i diversi fattori di rischio quali ad esempio l’età materna al parto sempre più avanzata e i parti plurimi”.

    “Le iniziative che si svolgeranno nei nostri ospedali – aggiunge – sono volte a sensibilizzare e far conoscere il percorso di questi bambini che alla nascita devono essere ricoverati in reparti di cure intensive, e anche per creare momenti di condivisione tra i genitori che hanno vissuto o stanno vivendo questa esperienza”.

    Il colore che contraddistingue questa Giornata è il viola ed in molte città il 17 novembre saranno illuminati monumenti, edifici e piazze.

    Per ulteriori informazioni nella Giornata del Prematuro saranno disponibili gli operatori dei reparti di Neonatologia, Pediatria ed Ostetricia dell’Azienda USL Toscana Centro.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua