spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    PNRR, oltre cento milioni su progetti culturali e turistici, Giani: “Ottimo risultato per la Toscana”

    "Per borghi storici - sottolinea - edifici di culto di proprietà pubblica, torri e campanili, giardini storici e monumentali, teatri, cinema e musei"

    FIRENZE – “Ottimo risultato per la Toscana è aver ottenuto, nel contesto delle sette linee di finanziamento sui beni culturali, un complesso di circa centocinque milioni di euro”.

    Così si è espresso il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, sulla globalità degli interventi, nell’ambito del Pnrr, a favore dell’efficienza energetica di cinema, teatri e musei e per l’attrattività dei borghi e il recupero di parchi e giardini storici, nonché per l’adeguamento sismico di edifici di culto, torri e campanili e il restauro di chiese.

    “Per borghi storici – sottolinea – edifici di culto di proprietà pubblica, torri e campanili, giardini storici e monumentali, teatri, cinema e musei”.

    “È molto importante – rimarca – il lavoro svolto dai Comuni e dai gestori di beni e strutture, ma mi sento particolarmente orgoglioso della funzione di informazione, coordinamento e supporto svolto dalla Regione Toscana”.

    “Centocinque milioni sui beni culturali – conclude Giani – ben orientati su progetti credibili che hanno riscosso apprezzamento dalla commissione istituita presso il ministero dei Beni culturali, sono un bel successo per noi che crediamo quanto la cultura sia fattore identitario, di proiezione turistica economica e sociale della Toscana”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...