spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rm e Tc anche sabato e domenica a S.Maria Nuova. Dimezzati gli esami di radiodiagnostica da recuperare

    Centonovanta esami di radiodiagnostica a giugno grazie al piano di recupero aziendale delle liste di attesa attivato con fondi regionali, a seguito dell’emergenza da Covid-19

    FIRENZE – Centonovanta esami di radiodiagnostica a giugno sono stati eseguiti nella radiologia dell’ospedale di Santa Maria Nuova, grazie al piano di recupero aziendale delle liste di attesa attivato con fondi regionali, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

    Le macchine al lavoro in radiologia a Santa Maria Nuova anche dopo le 20 e fino a mezzanotte durante la settimana, la domenica e il sabato pomeriggio e il personale in regime di produttività aggiuntiva, oltre l’orario istituzionale, hanno già consentito di dimezzare, solo a giugno, gli esami da recuperare.

    “L’attività nel mese scorso è stata rivolta tutta sulle Risonanze Magnetiche – spiega Roberto Carpi, direttore Radiologia Firenze 1 che comprende Santa Maria Nuova e Santa Maria Annunziata – perché per questioni logistiche non sarebbe stato possibile, mantenendo tutte le altre prestazioni di radiodiagnostica, rispettare il distanziamento sociale”.

    Dei 190 esami effettuati, 80 sono state prestazioni di tomografia computerizzata (Tc) per pazienti oncologici.

    “Tale attività “extra” – prosegue Carpi – si rivolge in modo particolare a quelle categorie di pazienti più fragili e tra questi in particolare ai pazienti oncologici che hanno situazioni cliniche più complesse e delicate e per i quali è necessario agire nello spirito di una “presa in carico” del problema”.

    “Le radiologie dipartimentali – conclude Carpi – hanno dato una risposta corale, nessuna esclusa, mettendosi a disposizione, ancora una volta, dei propri assistiti per la soluzione dei loro problemi”.

    L’attività di radiodiagnostica all’ospedale Santa Maria Nuova è stata interrotta a metà marzo e a fine maggio gli ambulatori della radiologia sono stati riaperti per le risonanze magnetiche.

    Parte degli esami riprogrammati, non solo Rm ma anche Tac, sono già in corso di recupero in questo mese e, qualora necessario, saranno recuperati sempre in regime di produttività aggiuntiva anche ad agosto.

    A luglio sono riprese anche le prestazioni ecografiche.

    La stima è di poter effettuare in questo mese, come a giugno, un altro centinaio di prestazioni di Rm ed altrettante di Tac.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...