spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rossi: “Efficaci di fronte all’emergenza, ringrazio gli operatori e la comunità cinese”

    Il governatore regionale: "Stiamo ottenendo grandi risultati grazie al nostro sistema di prevenzione"

    FIRENZE – “Stiamo ottenendo grandi risultati sul terreno più difficile e questo grazie all’efficace azione del nostro sistema di prevenzione e anche alla fondamentale collaborazione della comunità cinese, che significativamente oggi è stata sottolineata dal dottor Giuseppe Ippolito”.

     

    Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta così le dichiarazioni del direttore scientifico dello Spallanzani di Roma, "che ha elogiato il meccanismo di autoisolamento che la comunità cinese ha messo in atto in tutto il paese e che in Toscana ha consentito di monitorare 1.500 persone sopratutto grazie al protocollo di sorveglianza attiva applicato dalla Asl Toscana centro".

     

    “Sono molto soddisfatto dei risultati finora ottenuti – prosegue Rossi – e voglio ringraziare uno ad uno tutti gli operatori della sanità toscana, che ogni giorno sono al lavoro con il massimo dell’impegno: è grazie a loro che stiamo affrontando questa battaglia e sono convinto che la vinceremo”.

     

    Numero verde, rafforzato il personale per la gestione delle chiamate

     

    Da oggi tre persone in più per la gestione delle chiamate, che quotidianamente arrivano al numero verde 800556060, istituito dalla Regione Toscana per fornire informazioni, orientamento e indicazioni su percorsi e iniziative sul tema del Coronavirus.

     

    Il personale dedicato è composto da 13 operatori complessivi (5 amministrativi e 8 psicologi), di cui 3 in servizio da oggi, 27 febbraio, e del tutto operativi da lunedì prossimo primo marzo, a formazione ultimata.

     

    Ad oggi il numero di chiamate pervenute è pari a 11.908 unità. Il numero verde 800556060 è stato attivato il 21 febbraio con un potenziamento dell’orario (dalle 9 alle 18, da martedì scorso), durante il quale poter chiamare dal lunedì al venerdì, digitando l’opzione 1.

     

    Il servizio è stato, dunque, complessivamente rafforzato per favorire una corretta informazione sul Coronavirus e va ad arricchire gli strumenti informativi che la Regione ha messo a disposizione dei cittadini sul proprio sito web, dove è possibile consultare faq (domande e risposte più ricorrenti), link e circolari ministeriali, costantemente aggiornati.

     

    Per informazioni è possibile contattare anche il numero telefonico di pubblica utilità, istituito da Ministero della Sanità 1500, attivo 24 ore su 24.

     

    Si ricordano di seguito anche i numeri utili attivati dalle Asl esclusivamente per i soggetti che hanno avuto contatti, stretti e prolungati, con casi confermati di Covid-19 e per tutte le persone che negli ultimi 14 giorni sono rientrate in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall'epidemia o da zone sottoposte a quarantena in altre regioni.

     

    – Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 0555454777, rientrocina@uslcentro.toscana.it

     

    – Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050954444, rientrocina@uslnordovest.toscana.it

     

    – Asl Toscana sud sst (Arezzo, Grosseto, Siena): 800579579, rientrocina@uslsudest.toscana.it

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...