spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 14 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scuola, la Regione ufficializza: “In Toscana si torna in classe il 14 settembre”

    "Come già annunciato a luglio, la campanella tornerà a suonare nelle aule toscane con un giorno di anticipo rispetto al termine del 15 settembre"

    FIRENZE – E’ arrivata l’ufficializzazione da parte della Regione: “La scuola in Toscana ripartità lunedì 14 settembre”.

    “Come già annunciato a luglio – si precisa – a seguito di una delibera approvata all’unanimità dalla giunta regionale, la campanella tornerà a suonare nelle aule toscane con un giorno di anticipo rispetto al termine del 15 settembre indicato dalla Dgrt n.288 del marzo 2017”.

    “La scelta di ripartire il 14 settembre – si aggiunge – di lunedì, è stata fatta al fine di garantire la didattica per l’intera settimana ed anche per allinearsi alle disposizioni nazionali date dal Ministero dell’Istruzione. Mancano dunque 23 giorni al ritorno in classe”.

    “La precisazione circa la data dell’inizio della scuola in Toscana – conclude la nota – si rende necessaria dopo che alcuni organi di stampa hanno erroneamente diffuso la data del 15 settembre come giorno di riavvio delle lezioni”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...