spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Si riducono i tempi di attesa per le visite e gli accertamenti specialistici nella Asl sud est”

    Lo dicono i dati dell'Osservatorio regionale dei tempi di attesa che monitora 50 (prime) prestazioni ambulatoriali tra visite specialistiche ed esami strumentali

    SIENA – “Si riducono i tempi di attesa per le visite e gli accertamenti specialistici nella Asl Toscana Sud Est”.

    Il dato emerge dall’ultimissimo aggiornamento dei dati dell’Osservatorio regionale dei tempi di attesa che monitora 50 (prime) prestazioni ambulatoriali tra visite specialistiche ed esami strumentali.

    Il direttore generale Antonio D’Urso, evidenzia come “dai risultati, si evinca che le persone residenti nella Asl Toscana Sud Est scelgono di curarsi nel proprio territorio e i tempi d’attesa per l’accesso alle prestazioni ambulatoriali sono rispettati in media per circa l’86% delle prestazioni oggetto del monitoraggio”.

    “Con punte oltre il 90% – precisa – ad esempio, per la visita di chirurgica generale, la visita del fisiatra, dell’oculista, del chirurgico vascolare, per le malattie respiratorie”.

    D’Urso che ha d’altra parte sottolineato “l’impegno necessario per migliorare i tempi di attesa per la visita dell’otorino”.

    Per gli esami strumentali, “i tempi d’attesa – dice D’Urso – sono rispettati in oltre l’85% dei casi, con 13 esami che raggiungono generalmente valori uguali o superiori al 90% (come ad esempio, per citarne qualcuna, nell’ECG, nell’ecocardiografia, nel test da sforzo, nella mammografia, nell’RMN e nella TAC del cranio, nelle prestazioni correlate alla diagnostica dell’apparato visivo ed uditivo, mammografia, ed ecocuore, test da sforzo, EMG semplice e per tunnel carpale, spirometria)”.

    “Solo cinque prestazioni – rimarca – presentano risultati inferiori al 75% su cui sarà necessario aumentare l’offerta”.

    “Questa situazione di progressivo miglioramento dei tempi di attesa che si registra nel territorio della Asl Toscana Sud Est è indubbiamente positiva – sottolinea il direttore generale dell’azienda sanitaria – anche in considerazione dell’incremento di disponibilità, negli ultimi mesi, nelle agende, di visite specialistiche e di accertamenti strumentali”.

    D’Urso ha voluto anche sottolineare come questi risultati siano “il frutto della stretta sinergia tra la Asl Toscana sud est e la Regione Toscana”.

    “Ma soprattutto – ha concluso . dell’importante impegno dei professionisti con i quali il lavoro di miglioramento continua in modo serrato per rispondere ai bisogni di salute delle persone che risiedono nel territorio della Asl Toscana Sud Est”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...