spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terremoto con epicentro a Castelfiorentino: paura in Chianti. Le testimonianze

    Magnitudo 3.9, paura in tutti i paesi del territorio. A Barberino Val d'Elsa evacuato il consiglio comunale

    CHIANTI FIORENTINO – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 della scala Richter alle 18.53, con epicentro Castelfiorentino (a una profondità di 9 km), ha impaurito tutta la provincia di Firenze.

     

    Chianti fiorentino compreso. Era stata preceduta da un'altra, sempre con epicentro nel capoluogo valdelsano, da 2.2 alle 18.51. E seguita alle 20.08 da una di 1.4.

     

    Paura, tanta paura in una zona, quella del Chianti, che a cavallo fra 2014 e 2015 aveva subito un lunghissimo sciame sismico.

     

    Le testimonianze sulla pagina Facebook del Gazzettino del Chianti

     

    Come spesso accade, è sui social che si cercano le prime informazioni e si raccontano le proprie impressioni.

     

    Sulla pagina Facebook del Gazzettino del Chianti la "geografia" della percezione del sisma racconta di una vastissima zona coinvolta.

     

    Prime testimonianze da Stefania Calastrini da Impruneta e Armando Grossi da Strada in Chianti dicono di averla sentita distintamente. E ancora Piera Pistrelli da Panzano, Daniela Casini da San Casciano, Sonia Trippi da Tavarnelle ci racconta che "nel mobile scuoteva tutto".

     

    E ancora Chiocchio, Mercatale, Ferrone, Antella, Montefiridolfi, Grassina, Luiano, Impruneta (Matteo Farsetti, "Sentita eccome"), Greve in Chianti. A Barberino Val d'Elsa Nicola Bandinelli racconta che "abbiamo evacuato il consiglio comunale".

     

    Luca Santucci dal centro di San Casciano: "Sentita tantissimo… in via di Vittorio siamo per strada". E sempre a San Casciano Lorenzo Francesco Favari: "Paura a Decimo". Manuele Signorini: "Sentita bene anche da Cerbaia"

     

    E ancora San Donato in Poggio, Tavarnuzze, Santa Cristina in Salivolpe. Ma anche Scandicci, Poggibonsi, Firenze, Certaldo (Luisa Iuliano dice solo "Tremenda"). Insomma dappertutto.

     

    Tanto per capire, ecco cosa ci scrive Mirella Muzzi: "Io l'ho sentita anche forte,ho sentito proprio oscillare la casa,e il divano che mi andava via da sotto il sedere. E abito a Prato!".

     

    O Francesco da Capalle (Campi Bisenzio) che ci racconta: "Stavamo andando in onda con il programma sportivo e abbiamo avvertito distintamente la scossa: i faretti dello studio tremavano visibilmente per alcuni secondi".

     

    Altra testimonianza quella di Silke Jantra: "Io ero a Tavanelle, appena uscita da un palazzo anni '70 quando ho sentito un boato e i vetri hanno iniziato a vibrare. Non saprei dire quanto è durato, perché non l'ho sentito sotto i piedi".

     

    Questa è quella di Lidia Maiorano: "Anche io ero a Tavarnuzze, hanno scricchiolato le pareti (ero dal dottore)".

     

    Graziella Poli: "Io l'ho sentito a tremato l'arredo della casa nel comune di Bagno a Ripoli". Ilaria Della Lastra: "Sentita bene anche a Tavarnuzze".

     

    Pochissimi coloro che non hanno sentito niente. Come Gabriella Cappelli a Greve in Chianti: "Non l'ho sentita…forse perché abito in case piuttosto nuove e antisismiche? Speriamo…".

     

    Vigili del fuoco anche a San Casciano e Montespertoli

     

    A scopo precauzionale e per tranquillizzare la popolazione la sala operativa del comando dei vigili del fuoco di Firenze ha inviato a San Casciano, zona dalla quale sono arrivate tantissime segnalazioni (anche per la paura "pregressa" probabilmente) una Unità di Comando Locale con funzioni di coordinamento e due squadre operative.

     

    Una squadra è stata invece inviata a Montespertoli, presso la scuola Machiavelli, dove è stato segnalato odore di gas.

     

    Il sindaco di Castelfiorentino: "Paura ma manteniamo la calma"

     

    La località di Castelfiorentino in cui si è registrato l'epicentro delle scosse è Pesciola. "Stiamo effettuando i sopralluoghi negli edifici pubblici con la Protezione Civile e gli uffici comunali. Capisco un po' di paura; cerchiamo di mantenere la calma, per il momento non abbiamo notizie negative da alcun punto del nostro territorio", scrive su Facebook Alessio Falorni, sindaco di Castelfiorentino e consigliere delegato della Città Metropolitana di Firenze.

     

    "Resto qui a vostra disposizione per comunicazioni – scrive ancora il primo cittadino – anche se al momento sto girando sul territorio; cerco di tenervi informati sulle evoluzioni, come sempre".

     

    Dalla Città Metropolitana: "Nessun danno a cose né persone"

     

    Dalla Protezione Civile della Città Metropolitana dicono che: "Il sisma è stato avvertito distintamente dalla popolazione della Città Metropolitana, dalle verifiche effettuate, al momento, non si segnalano danni a cose o persone".

     

    "Da una prima verifica effettuata dalla Sala dI Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze – avverte il consigliere delegato Angelo Bassi – non risultano danni a persone e cose. Monitoriamo costantemente la situazione".

     

     

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...