spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 20 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Porta rifiuti ma non è in regola: multato dalla Polstrada con 2.000 euro

    Ancora un mezzo pesante non in regola lungo la Firenze-Siena: stavolta fermato nei dintorni di Poggibonsi

    FIRENZE-SIENA – Continua l’impegno della polizia stradale nel contrastare le condotte di guida che rischiano di arrecare danni all’ambiente.

     

    Ieri, lunedì 11 marzo, una pattuglia della sezione di Siena stava monitorando l’Autopalio alla ricerca di Tir che trasportano merci pericolose quando, vicino Poggibonsi, ha adocchiato un mezzo che, di solito, le imprese edili utilizzano per portare nelle discariche gli scarti delle lavorazioni.

     

    I poliziotti, dopo averlo indirizzato verso un’area di servizio, hanno chiesto al conducente i documenti di quel trasporto, accertando che lui era in viaggio tra un deposito di smaltimento di Campi Bisenzio e un’azienda edile in provincia di Grosseto.

     

    Gli investigatori gli hanno contestato che a bordo aveva 23.000 chili di materiale a base di gesso, quando in realtà dalle bolle risultava che avrebbe dovuto trasportare altro. Inoltre, parte del carico non era stato fissato bene, con il rischio di venire sballottato e di finire sui veicoli incrociati.

     

    La Polstrada ha denunciato l’uomo, un 50enne residente a Vinci, per la scorretta gestione di quei rifiuti, multandolo con circa 2.000 euro.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...