spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Giovanni di Dio: gli salvano la vita operandolo nel pronto soccorso

    Intervento eccezionale per il reparto di medicina d'urgenza di Torregalli, diretto dal dottor Gianassi: il racconto

    FIRENZE – E’ ricoverato in terapia intensiva e le sue condizioni cliniche sono soddisfacenti il paziente che è stato operato d’urgenza all’interno del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Firenze.

     

    Un intervento davvero eccezionale per il dipartimento medicina d’urgenza, diretto dal dottor Gianfranco Giannasi, che ha visto impegnate in modo sinergico, più équipe.

     

    Il paziente era giunto in codice rosso codice rosso al DEA dell’Ospedale di Torregalli per un arresto cardiaco causato da una grave sindrome del compartimento addominale con severa riduzione del ritorno di sangue al cuore.

     

    L'impossibilità da parte della rianimatrice dottoressa Irene Bellugi e del medico dell'urgenza dottoressa Francesca Cucinotta di mantenere una adeguata pressione arteriosa ha richiesto l'intervento tempestivo dei chirurghi generali dottor Roberto Nistri e della dottoressa Santi Caterina, i quali constatando l'impossibilità del trasporto del paziente nel blocco operatorio, in accordo con gli altri colleghi, hanno proceduto ad una laparotomia di emergenza direttamente nella shock room del pronto soccorso, permettendo il ripristino dei parametri vitali, con ripresa del ritmo cardiaco

     

    Il complesso delle manovre rianimatorie messe in atto al DEA e l'intervento coordinato e tempestivo nell'arco di pochi minuti di vari specialisti con l'aiuto infermieristico di Christian Vinciprova ha permesso la sopravvivenza del paziente ed il suo definitivo trasferimento in sala operatoria; nei giorni successivi è stato praticato l’ulteriore intervento operatorio conclusivo.

     

    “Si è trattato di un vero e proprio intervento salvavita a carattere chirurgico la cui eccezionalità sta nel fatto che si è svolto direttamente in pronto soccorso e la sua riuscita va attribuita all’integrazione di tutti gli operatori che sono intervenuti e alla immediata disponibilità di apparecchiature tecnologicamente avanzate" ha commentato Simone Naldini, direttore sanitario del presidio ospedaliero che si è complimentato direttamente con le équipe che sono intervenute.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...