spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Boschi più puliti a Gaiole in Chianti: grazie all’impegno dei cacciatori

    "Caccia al rifiuto", organizzata dall'Atc 3, in collaborazione con le squadre di caccia e i cacciatori. Raccolti 3 camioncini di rifiuti dalle 5 squadre di caccia

    GAIOLE IN CHIANTI – Domenica 9 aprile sono stati raccolti tre camioncini di rifiuti abbandonati, nei boschi di Gaiole in Chianti, grazie all’iniziativa “Caccia al rifiuto”, organizzata dall’Atc 3, in collaborazione con le squadre di caccia e i cacciatori.

    La giornata ecologica ha interessato in contemporanea diverse zone del territorio provinciale ed ha ottenuto anche il patrocinio della Provincia di Siena e dei Comuni di San Gimignano, Poggibonsi, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Monteriggioni, Casole d’Elsa, Monteroni d’Arbia, Sovicille, Chiusdino, Monticiano, Montalcino, Murlo, Radicondoli, Radda in Chianti e Siena.

    A Gaiole in Chianti tutta l’iniziativa è stata gestita dalle 5 squadra di caccia del territorio: “Squadrino”, “Castagnoli”, “Monteluco”, “Selvole”, “K2 Lecchi in Chianti”.

    Il Comune ha collaborato attivamente organizzando il ritiro del materiale. 

    I rifiuti sono stati raccolti all’interno dei boschi, raggiungendo anche zone impervie, oltre che lungo le strade.

    È stata tirata fuori dalla vegetazione tanta plastica, in particolare bottiglie, ma anche vetro e rifiuti ingombranti come frigoriferi, scaldabagno, bombole a gas e pneumatici.

    “Oggi abbiamo pulito una parte dei nostri boschi – commenta Andrea Pericoli, consigliere comunale di Gaiole in Chianti- è stata una giornata molto impegnativa per tutti, anche perché alcuni rifiuti erano lì da talmente tanti anni che è stato necessario liberarli dal groviglio della vegetazione cresciuta sia sopra che intorno”.

    “Ringrazio tutti i volontari delle squadre di caccia per l’ottimo lavoro – prosegue – I cacciatori frequentano i boschi in lungo e in largo e li conoscono meglio di qualsiasi altra persona, per questo riescono a tirar fuori dalle zone più nascoste una grande quantità di rifiuti, con benefici per l’ambiente”.

    “Anche se è impossibile intervenire ovunque – conclude – giornate come questa sono importanti non solo perché migliorare, almeno in parte, la condizione dei nostri boschi, ma anche per sensibilizzare i cittadini sul problema dell’abbandono dei rifiuti e sul fatto che l’ambiente è un bene prezioso che va difeso”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...