spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gaiole in Chianti: rottura della dorsale di adduzione del gas metano. Riparazione conclusa, le informazioni

    "Il tratto di strada interessato di via Buonarroti - annuncia il Comune - resterà comunque chiuso al traffico fino alle ore 8.30 di domani 23 giugno"

    GAIOLE IN CHIANTI – Il sindaco Michele Pescini informa la cittadinanza di Gaiole in Chianti che “a causa della rottura della dorsale di adduzione del gas metano avvenuta nel centro abitato di Gaiole in Chianti, in via Buonarroti, è stata chiusa al pubblico transito”.

    Inoltre, prosegue la nota dell’amministrazione comunale, “si raccomanda a tutti coloro che abitano in quell’area di tenere chiuse porte e finestre”.

    In questo momento – precisa l’amministrazione comunale gaiolese – è presente sul posto il personale di Toscana Energia che è il gestore della rete”.

    “Ulteriori aggiornamenti saranno forniti appena possibile” conclude la nota.

    AGGIORNAMENTO DELLE 19.35

    “Il guasto è stato riparato senza interruzione del servizio – dice il Comune di Gaiole in Chianti – ringraziamo per questo il pronto intervento e la grande professionalità del personale di Toscana Energia e dei vigili del fuoco”.

    “Il tratto di strada interessato di via Buonarroti – annuncia – resterà comunque chiuso al traffico fino alle ore 8.30 di domani 23 giugno e precisamente tra il civico 11 della stessa e l’intersezione con via Guglielmo Marconi”.

    “È vietata la circolazione a tutti i veicoli – conclude – ad eccezione dei veicoli delle persone residenti e delle attività produttive site nel suddetto tratto interessato alla chiusura”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...