spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prosegue la mostra “Romani nel Chianti” alle ex Cantine Ricasoli di Gaiole in Chianti

    Prevista un'apertura straordinaria per Ferragosto, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. Durante la prossima settimana resterà chiusa il martedì 16 agosto

    GAIOLE IN CHIANTI – La mostra “I Romani del Chianti/ Romans in Chianti” alle ex Cantine Ricasoli di Gaiole in Chianti, visitabile fino al 18 settembre a ingresso libero, resterà aperta anche il giorno di ferragosto dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30.

    Durante la prossima settimana, resterà chiusa il martedì 16 agosto.

    Dal tesoro di monete d’argento ritrovato a Cetamura nel 2015 ai materiali raccolti in scavi e recuperi occasionali, in un ideale percorso tra le colline, l’esposizione mostra un quadro del popolamento e degli itinerari nel Chianti d’età romana che ci racconta il passaggio graduale dalle aristocrazie etrusche ai poderi di veterani e coloni romani fino ai grandi latifondi delle famiglie senatorie dell’impero.

    Fulcro del percorso espositivo è Cetamura, che diversamente da altri insediamenti fortificati etruschi, continua a vivere in età romana, ma intorno a questo sito si raccolgono materiali di altri significativi abitati romani del Chianti.

    Come la villa romana di Monti in Chianti a Gaiole o il sito di Petroio a Castelnuovo Berardenga, oltre a presenze finora segnalate da esigui recuperi, utili a ricostruire la rete degli insediamenti e degli itinerari che innervano le colline chiantigiane.

    La mostra è visitabile fino al 18 settembre negli orari di apertura dell’ufficio turistico: tutti i giorni dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30. Lunedì chiuso (eccetto per il 15 di agosto).

    Ingresso libero. Info: 0577749411 – ufficioturistico@comune.gaiole.si.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...