spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Al Ristorante Diversus: novità, passione e qualità. Ha fatto il suo esordio anche il Tagliere di sushi

    Realizzato in collaborazione con La Dispensa di Andrea e Gregorio: un pezzo caprese, uno pecorino miele e pere, uno prosciutto e melone, uno salame, baccelli e pecorino

    GREVE IN CHIANTI – Ennesima settimana di divertimento e di lavoro presso il ristorante Diversus di Greve in Chianti.

    “Una settimana che ha visto tutto lo staff molto impegnato – comincia il suo racconto Francesco, manager del Ristorante – nonostante il tempo ballerino abbiamo avuto tante persone ai tavoli”.

    “Addirittura – si rammarica – abbiamo dovuto dire di no a qualcuno, perché per garantire un servizio perfetto ed una qualità delle pietanze eccezionale, preferiamo non avere troppe persone”.

    “Come abbiamo sempre dimostrato – tiene a dire – la filosofia del ristorante è quella di puntare sempre al meglio, perciò preferiamo avere meno clienti ma serviti perfettamente che tanti ma serviti in modo mediocre. Viste le tante prenotazioni già pervenute, affrettatevi a chiamare perché rischiamo di dovervi dire di no”.

    “L’asporto continua alla grande – prosegue Francesco – ormai il nostro sushi sta diventando un’abitudine per molti. Ai tavoli ha esordito il nostro tagliere completo, fatto in collaborazione con La Dispensa di Andrea e Gregorio“.

    “Sul tagliere – spiega – c’era un pezzo Caprese (mozzarella, pomodoro e basilico), il pezzo Contadino Non Far Sapere (pecorino, miele e pere), il pezzo Prosciutto e Melone ed il pezzo con Salame, Baccelli e Pecorino. Una portata squisita, con prelibatezze fresche, genuine, adatte all’estate”.

    “Al tavolo è andato molto anche il menù toscano – dice ancora Francesco – le bistecche e le tagliate dell’Antica macelleria Falorni l’hanno fatta da padrone. Accompagnate dai nostri vini rossi di eccellenza, presi dalla nostra carta dei vini, hanno ricordato a molti qual è il classico sapore nostrano. Le nostre cuoche, Marai Tsuda per il sushi e Katia per il toscano, non hanno avuto momenti di pausa, ma sono riuscite in modo superbo ad esaudire tutte le richieste, garantendo sempre la massima qualità”.

    “Molte, come sempre, sono state le recensioni positive – ci racconta Francesco – questa settimana voglio ringraziare Alessandro Salomone per le belle parole e la cortesia dimostrata, un cliente modello, entra di diritto tra gli amici del ristorante. Per il #sushifotopost, vince Monica Morandini, una professionista che alza il valore del nostro territorio e che con il suo lavoro lo porta a giro per il mondo. Vogliamo ringraziare anche Chiara Palumbo“.

    Voglio ricordare – conclude Francesco – che tramite la nostra Web App, potete consultare tutto il nostro menu ed ordinare con calma ed attenzione. Vedrete come risulterà semplice, intuitivo e divertente. Siamo aperti dal martedì alla domenica, pranzo e cena sempre a vostra disposizione. Consegne possibili nei comuni di Greve in Chianti, San Casciano, Impruneta, Figline Valdarno e Radda in Chianti”.

    “Come sempre massima flessibilità e modulabilità dei nostri box – conclude – per accontentarvi come meglio possiamo e la disponibilità della nostra cantina, che vede dei vini buonissimi e delle birre belghe introvabili in Italia”.

    Info e contatti

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua