spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Effrazione dopo cena. Notata nella strada un’auto (station wagon) che faceva inversione di marcia

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Adesso a San Polo in Chianti si inizia sul serio ad avere paura: dopo la rapina ai danni di due anziani dei giorni scorsi (clicca qui per leggere l'articolo), con due malviventi che li hanno tenuti sequestrati (ferendo il marito) mentre aprivano la cassaforte, un altro furto nella notte fra il 14 e il 15 agosto.

     

    Il furto è avvenuto in via Poggio alla Croce, dopo il ponte che porta su verso Vitiano, andando verso Figline: pari che i ladri si siano introdotti assando dalla fiinestra del bagno. Stavolta in casa non c'era nessuno, sono entrati prima che il proprietario rientrasse verso le 22.30.

     

    Appena è entrato in casa ha trovato la classica situazione "post-effrazione": tutti i cassetti aperti e la casa lasciata sottosopra. Ancora non si sa cosa sia stato portato via.

     

    Ovviamente è stata sporta denuncia ai carabinieri di Strada in Chianti, ai quali è stata segnalata un'auto che ha fatto inversione nella strada proprio nell'orario in cui è accaduto il furto. Ma la via in cui vive l'uomo derubato non è molto trafficata, quindi l'auto è stata notata. Era una station wagon scura con un portapacchi bianco e nero. Debitamente segnalata alle forze dell'ordine che stanno indagando.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...