domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Anche il Psi (di Firenze e Greve) a sostegno dei lavoratorio del cementificio di Testi

    "I lavoratori dell’impianto, che rappresenta una realtà economicamente e socialmente fondamentale per tutto il territorio chiantigiano, meritano la totale trasparenza da parte della proprietà"

    GREVE IN CHIANTI – Anche il Partito Socialista di Greve in Chianti si schiera al fianco dei “lavoratori del cementificio di Testi, in presidio permanente, che in questo momento stanno soffrendo la situazione di incertezza che si è sviluppata sul futuro dello stabilimento di proprietà della multinazionale Buzzi-Unicem”.

    “I lavoratori dell’impianto – ricordano – che rappresenta una realtà economicamente e socialmente fondamentale per tutto il territorio chiantigiano, meritano la totale trasparenza da parte della proprietà sulle prospettive dell’azienda”.

    La Federazione provinciale di Firenze del Partito Socialista Italiano esprime “la propria solidarietà ai lavoratori e alle loro famiglie, che si trovano a vivere una situazione estremamente difficile in un contesto reso ancora più problematico dall’attuale diffondersi del Covid-19”.

    E chiede a tutte le istituzioni competenti “di vigilare sulla situazione del cementificio di Testi e di compiere tutti i passi necessari affinché i lavoratori vengano adeguatamente tutelati”.

    “Il PSI – promettono – non farà mancare loro presenza e sostegno in tutte le forme che si renderanno necessarie”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...