spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ancora più qualità: da Sushi in Chianti arriva uno dei migliori Salmoni Affumicati d’Italia

    L'orgoglio di Francesco Bussotti: "Siamo l’unico ristorante in Toscana che può servire ai propri clienti questa prelibatezza"

    GREVE IN CHIANTI – Da Sushi in Chianti arriva uno tra i migliori Salmoni Affumicati d’Italia.

    “Finalmente è arrivato il Salmone Selvaggio di Claudio Cerati – annuncia entusiasta Francesco Bussotti – uno dei migliori Salmoni con marchio italiano (qui)”.

    “Lo abbiamo cercato ed aspettato – prosegue – perché è difficile procurarselo, i locali dove viene servito sono selezionati attentamente. Noi siamo l’unico ristorante in Toscana che può servire ai propri clienti, questa prelibatezza”.

    “Un Salmone che arriva dall’arcipelago delle Fær Øer, tra Scozia e Islanda – spiega – il luogo dove si trovano i migliori Salmoni al mondo. Le forti correnti gelide garantiscono acque pulite e salmoni privi di antibiotici e ricchi di Omega 3“.

    “La lavorazione – specifica – viene fatta appena pescato, consiste in una marinatura leggerissima con solo sale e zucchero, niente conservanti. E sulle nostre tavole può arrivare naturale. Oppure, per un’affumicatura che lo rende unico al mondo, viene usato il Faggio degli Appennini Parmensi”.

    “Un gioiello per tutti i cultori del Salmone e della qualità – afferma Bussotti – sarà servito in maniera da valorizzare al massimo il sapore: noi usiamo solo quello naturale, e lo potrete trovare con un Nigiri ed il Sashimi“.

    “Un’ulteriore crescita qualitativa del nostro ristorante – tiene a specificare – Puntiamo decisi sulla strada della migliore qualità e stiamo sostituendo i pesci allevati con i pescati. Per ogni nostro pezzo usiamo sempre materie prime di eccelsa qualità. E se qualcuno vuol introdurre questo salmone su altri pezzi, basta che lo chieda e noi cercheremo di accontentarlo”.

    “Oltre al Salmone – prosegue – questa settimana arriveranno altri due pezzi, un Gunkan con Gambero Fritto, salsa di formaggio e tartare di salmone ed un pezzo vegetariano, con pomodori secchi, insalata e Philadelphia”.

    “Si sta avvicinando la chiusura della nostra Loggia – dice – con l’arrivo del freddo, torneremo solo alla consegna a domicilio e l’asporto. Quindi prenotate velocemente, perché ci sono pochi posti e poco tempo per passare una bella serata in assoluto relax, in un ambiente chic, ricco di opere d’arte”.

    “Vi aspettiamo, vogliosi di conoscervi, di rivedervi e di raccontarvi le tante novità presenti nel menu – dice sorridendo – Ovviamente possiamo consegnare direttamente a casa vostra e raggiungiamo Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano (fino al Bargino), Radda in Chianti, Barberino Tavarnelle, Bagno a Ripoli (anche Grassina) e San Donato in Poggio. I ritiri e le consegne inizieranno giovedì sera dalle 18 e termineranno domenica alle 14″.

    “Per le ordinazioni – conclude – vi consigliamo di usare la nostra WebApp, dove troverete il menu dettagliato ed aggiornato su www.sushinchianti.it, disponibile h24 sette giorni su 7, oppure tramite WhatsApp al numero 3926468943. E ricordatevi la raccolta punti, grazie alla app Shopfan.io, vi aspettano tanti squisiti premi, anche una cena per due”.

    Nuovo pezzo vegetariano in carta da Sushi in Chianti

    📍 Indirizzo: piazza delle Cantine 43, Greve in Chianti

    💻 Sito web/Web App: www.sushinchianti.it

    📱 Cellulare/Whatsapp: 3926468943

    🛍 Shopfan: https://shopfan.io/shopper

    👉 Facebook: https://www.facebook.com/groups/478773787260269

    👉 Instagram: https://www.instagram.com/sushi.in.chianti/

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...