spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A lanciarlo alcuni cittadini di Sna Polo “sfibrati” al ripetersi di furti e rapine in paese

    SAN POLO IN CHIANTI – Ne abbiamo dato conto in questi giorni, settimane, mesi: è un dato oggettivo che la frazione grevigiana di San Polo in Chianti sia stata letteralmente assediata dai ladri in appartamento.

     

    Fino alle estreme consueguenze, come la drammatica rapina ai danni di una coppia di anziani coniugi: sequestrati, feriti e rapinati nella notta fra il 9 e il 10 agosto (clicca qui per leggere l'articolo).

     

    Poi, nei giorni seguenti, altre notizie allarmanti: ancora furti in casa, ancora paura e allarme che si diffonde in paese.

     

    Ovviamente le forze dell'ordine, carabinieri in primis, stanno facendo il possibile su due versanti: da un lato per catturare chi si è macchiato dei crimini; dall'altro per cercare di prevenirne di nuovi.

     

    Ma i cittadini sono davvero molto impauriti e chiedono maggiore attenzione: va in questa direzione l'appello diffuso in questi giorni a "richiedere – si legge nello stesso appello – tramite fax al Comando di Carabinieri di Figline Valdarno, adeguati controlli a prevenzione e speciali misure di sicurezza a nostra tutela".

     

    Un ulteriore segnale, ammesso che ce ne fosse bisogno, della necessità di dedicare a San Polo in Chianti tutte quelle attenzioni che siano in grado di aumentare la sicurezza di cittadini ormai molto, molto impauriti.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...