spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco di Greve in Chianti a Verona: “Interesse per il nostro bio-distretto”

    Giornata a Verona per il sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà, che si è recato al Vinitaly per tastare il polso del comparto vitivinicolo e per visitare i tantissimi produttori grevigiani che con i loro stand "colonizzano" letteralmente lo spazio riservato alla Toscana e in particolare all'area del Chianti Classico.

     

    "Devo dire – commenta Bencistà, che raggiungiamo a telefono in una pausa della lunga giornata – che come ogni anno la delegazione di aziende grevigiane è davvero folta. Sia di quelle che hanno uno stand proprio, sia di quelle che partecipano con stand collettivi come quello, peraltro bellissimo, del Consorzio Vino Chianti Classico".

     

    "C'è un clima positivo – prosegue Bencistà – con un notevole ottimismo. Gli stessi produttori mi hanno confermato di aver avuto contatti molto interessanti".

     

    "Per quanto ci riguarda – conclude il primo cittadino grevigiano – abbiamo partecipato a un dibattito organizzato da Aiab e Ministero per le politiche Agricole, durante il quale è stata citata a più riprese l'esperienza del nostro bio-distretto. Abbiamo preso anche accordi per organizzare proprio a Greve in Chianti un incontro in cui mettere a fuoco le novità che la legislazione europea ha introdotto nel settore della viticoltura biologica".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua