spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cacciatore ritrova ordigno nei boschi intorno a Giobbole: recuperato dagli specialisti dell’esercito italiano

    Il racconto di Giovambattista: "Era in mezzo a un viottolo. E una volta capito di cosa si trattasse, mi sono chiesto come potesse essere lì. Ma c'era..."

    GREVE IN CHIANTI – Ancora un ordigno che riemerge dal passato di guerra delle nostre campagne e dei nostri boschi.

    Stavolta siamo a Greve in Chianti, nella zona intorno a Giobbole.

    “Ero a caccia nei giorni scorsi – ci racconta Giovambattista Fabiani, macellaio in borgo a Greve in Chianti e, appunto, appassionato cacciatore – Con me c’era un amico di mio figlio, Matteo Papini“.

    “Era pomeriggio – prosegue – e stavamo camminando in una zona di passaggio. Nel camminare per poco non calpesto un oggetto”.

    “Era in mezzo a un viottolo – ci spiega ancora – E una volta capito di cosa si trattasse, mi sono chiesto come potesse essere lì. Ma c’era”.

    “Feci una foto – continua nel suo racconto – e, per precauzione, mi allontanai subito. Chiamando immediatamente il 112”.

    “Mi passarono i carabinieri – ci dice Giovambattista – che localizzarono la mia posizione. Dopo una mezzora mi ri-contattarono e mi dissero che sarebbero venuti a vedere”.

    “Mi chiesero di aspettarli – specifica – per accompagnarli sul posto. Vennero dalla Compagnia di Figline e li portai fin lì: pare, ma non posso affermarlo con certezza, che si trattasse di una bomba da mortaio inglese”.

    “Misero le fettucce per delimitare l’area – riprende – e mi dissero che a giorni sarebbero venuti gli specialisti dell’esercito a toglierla”.

    “Ieri pomeriggio sono venuti – conclude Giovambattista – così l’hanno recuperata e portata via, per farla brillare”.

    Per un passato di guerra che, spesso, torna a riemergere anche a distanza di decenni.

    La zona delimitata in attesa dell’arrivo degli specialisti dell’esercito italiano

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...