spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Porchetta e lampredotto a Strada in Chianti: c’era anche l’assessore Forzoni

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – Inizia la stagione venatoria e i cacciatori di Strada in Chianti si preparano con una cena di buon auspicio.

     

    Antipasto con crostini, salame e fichi, pasta fredda, porchetta, lampredotto, vino e biscottini con vin santo per tutti.

     

    Nel più perfetto stile toscano e un po' goliardico che contraddistingue i ritrovi dei cacciatori, fra risate e racconti la cena è scivolata via in un clima di festa ed allegria per gli oltre 100 partecipanti, che si sono dati appuntamento al prossimo incontro.

     

    Fra una chiacchiera e l'altra sono stati però anche evidenziati i problemi che maggiormente affliggono i cacciatori della zona.

     

    "Da tempo stiamo dialogando con l'amministrazione comunale per l'allestimento di un'area per l'addestramento dei cani  – dice il presidente della sezione Federcaccia di Strada in Chianti David Batistini – e ci auguriamo che la nostra richiesta venga accolta nel più breve tempo possibile".

     

    Presente all'evento l'assessore all'ambiente Simona Forzoni, la quale ha ricordato che "ci sono norme precise per la recinzione delle aree che devono essere rispettate ed eventualmente variate per acconsentire a questa richiesta. L'amministrazione sta facendo tutto quanto è nelle sue competenze per sollecitare la risoluzione delle problematiche esposte".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...